Il saluto degli ultrà della Juventus: «Lui è uno di noi»

Dopo una visita dell'intera famiglia Elkann, il padre Alain, mamma Margherita Agnelli, il fratello John e la sorella Ginevra, che si sono intrattenuti a lungo con i sanitari che da lunedì scorso hanno in cura il giovane Lapo, al reparto di rianimazione si sono presentati anche quattro ultrà juventini del gruppo «Arditi» con un mazzo di fiori ed una sciarpa. «Lapo è uno di noi - hanno detto - e vogliamo essergli vicini in questo momento difficile». È stato un saluto sincero a quello che i tifosi bianconeri definiscono in questo momento un grande tifoso della Juventus. Il saluto arriva dopo che altri esponenti del mondo dello sport e soprattutto dell’entourage juventino avevano dato il loro sostegno al giovane Elkann. Intanto sul fronte sanitario il bollettino medico sulle condizioni del paziente domani verrà diramato alle 14 e non, come è accaduto in questi giorni, alle 12. Lo spostamento di ora è stato motivato dal responsabile della rianimazione, Giuseppe Spina, con la possibilità che entro domani le migliorate condizioni di salute del giovane Elkann ne permetterebbero uno spostamento. Secondo voci potrebbe essere il reparto di neurologia, ma c'è anche chi ritiene possibile un trasferimento in altro ospedale o clinica.