A Saluzzo tutti i re del poliziesco

Con la pubblicazione de La pazza di Ittevile, Senza via d’uscita e Maigret e i vecchi signori, rispettivamente nelle collane «Biblioteca Minima», «Biblioteca Adelphi» e «Le Inchieste di Maigret», la casa editrice Adelphi festeggia i cento titoli di Georges Simenon dati alle stampe a partire dal 1985. Che a oggi hanno totalizzato oltre 4 milioni di copie vendute.
Fino al 29 giugno proprio il celebre commissario Maigret è uno dei protagonisti di una speciale retrospettiva intitolata «Commissari di carta» che si tiene a Saluzzo fra le mura della Castiglia, la vecchia residenza del marchesato utilizzata a lungo come prigione, riaperta per l’occasione dopo anni di chiusura. Qui il pubblico può viaggiare nei territori del giallo e del noir visitando un’ampia mostra di illustrazioni e tavole a fumetti dedicate ai grandi criminali e ai grandi commissari, da Diabolik a Kriminal, dal commissario Spada all’ispettore Ginko, da Nic Carter a Cattivik. In particolare, sono esposte molte delle copertine delle inchieste di Maigret realizzate dal recentemente scomparso disegnatore Ferenc Pinter per le edizioni Mondadori.
Durante la rassegna vengono proiettati, in collaborazione con le Teche Rai, sceneggiati di serie come Il commissario Corso, L’Ispettore Sarti e Il Maresciallo Rocca e il pubblico può anche riascoltare alcune puntate di sceneggiati radiofonici di grande successo realizzati da Radiodue, come quelli dedicati a Diabolik e Dylan Dog. Con la sigla «Venerdì giallo» sono invece contraddistinti gli incontri nel Teatro del Marchesato di Saluzzo con veri commissari, ispettori e pubblici ministeri che hanno raccontato la loro professione in letteratura: Michele Giuttari, Maurizio Matrone, Maurizio Blini e Christine Von Borries. Per ulteriori informazioni, visitare il sito Internet www.commissaridicarta.it.