Come salvarsi la pelle partendo dalle rughe del collo

La postura col mento inclinato verso tablet o smartphone è la nuova nemica delle donne. Questi i consigli e i prodotti migliori

Da Parmigianino a Modigliani, da Piero della Francesca a Degas, da Leonardo a Frida Kahlo. Non c'è artista che non abbia dipinto l'eleganza del collo. Un elemento che cattura l'essenza femminile, la sensualità, l'autorità e la potenza della donna. Il collo invita alla scoperta ed è in primo piano nell'arte della seduzione come insegnano le Geishe. Tutte le donne, dunque, sognano un collo da cigno, ma se si vuole sfuggire a collane di Venere e doppiomento bisogna correre ai ripari perché pc, tablet e smartphone sono i primi nemici. Proprio così: tenere il capo reclinato per tante ore fa venire le rughe e le pieghe possono crearsi sulla pelle di mento, collo e petto. Una ricerca di alcuni dermatologi inglesi conferma la presenza di queste grinze su donne sempre più giovani, un fenomeno definito tech-neck. Ciò accade perché collo e décolleté sono aree molto delicate per via dell'azione della forza di gravità cui sono sottoposte quotidianamente. Soprattutto il collo è costituito da una cute che risulta essere molto più sottile rispetto ad altri parti del corpo ed è priva di ghiandole. Sicuramente le abitudini e lo stile di vita hanno una grande incidenza nel determinare i tempi e i modi dell'invecchiamento. L'alimentazione, il fumo, l'esposizione ai raggi solari, l'attività fisica e, come nel caso del tech-neck, le posture assunte neegli anni, contribuiscono a creare condizioni favorevoli o sfavorevoli per il tono dei tessuti, la loro ossigenazione e il rinnovamento cellulare - spiega Marco Klinger, responsabile del reparto di chirurgia plastica dell'Istituto Clinico Humanitas -. Le rughe che appaiono sul collo in seguito all'uso intensivo di smartphone e tablet sono causate da una postura con il mento abbassato, che non aiuta a mantenere il buon tono del platisma, il muscolo del collo».

Come correre ai ripari? Iniziate a correggere la posizione notturna e la postura diurna. È meglio dormire con un cuscino piuttosto basso per mantenere il collo dritto e al risveglio fate un semplice movimento di stretching, allungando il collo e facendo roteare la testa da destra a sinistra e viceversa. Durante la giornata ricordate di tenere sempre la testa alta e in assetto con la colonna vertebrale. Stessa posizione anche davanti al pc. Fino a poco tempo fa si consigliavano dopo i 30 anni, ma sembra che anche le giovanissime debbano iniziare a trattare collo e decolleté quotidianamente con creme o sieri rassodanti e antiossidanti (vitamina C, A e E). Questi prodotti vanno stesi con movimenti a V, dal seno verso il collo. Nel caso di signore con il doppio-mento abbastanza pronunciato potrebbero essere sufficienti delle semplici iniezioni a base di acido desossicolico approvate dalla Fda (Food and Drugs Administration) e attualmente in uso all'University of Texas Southwestern Medical Center. L'acido desossicolico viene prodotto dal nostro organismo per assorbire il grasso. Il farmaco usato contro il doppio-mento ne replica l'azione: distrugge le membrane delle cellule ed elimina il grasso cutaneo. Attenzione, in ogni caso, agli effetti collaterali.