SALVATE BORGHEZIO DALLE «BORGHEZIATE»

(...) tutt’altro che stupido, il giorno dopo si è reso conto di quel che aveva detto e fatto e ha giustamente chiesto scusa alla Curia e a tutti per il florilegio di dichiarazioni, opere e omissioni sbagliate di quel giorno.
Carissimo Cacchiani, vuole che gliele ricordi tutte? Lei pensa che aiuti una battaglia contro la moschea entrare in una chiesa senza il via libera della Curia e «celebrare» un proprio rito? Io penso di no e, non a caso, la sera stessa da San Lorenzo è partita una nota pesantissima di censura nei confronti dell’operato di Borghezio. Lei pensa che il gesto simbolico di far pulizia con uno scopettino parlando di «pulizia etnica» risolva il problema dell’occupazione della Commenda, della Darsena, di Sottoripa, di Caricamento e di tutto il centro storico da parte di moltissimi delinquenti, spesso clandestini? Lei pensa che fare il gesto dell’ombrello aumenti i consensi ai moderati italiani? Lei pensa che parlare di «intifada» abbia un senso? Io, sinceramente, penso di no.
E penso di no, proprio perchè - da queste colonne - portiamo avanti incessantemente le stesse battaglie che spesso porta avanti anche Borghezio. Eppure, mi ostino a ritenere che, per portare il decoro a Caricamento e alla Commenda, serva molto più fare battaglie documentate, che urlare. E credo che serva molto di più una foto che dimostra lo stato in cui la giunta Vincenzi lascia quelle zone, piuttosto che una foto dove un signore di mezza età con un fazzoletto verde al collo fa il gesto dell’ombrello o alza il dito medio. Lei è proprio sicuro che si tratti di una politica efficace? Lei è proprio sicuro che porti messi di simpatie alla battaglia di Borghezio e della Lega? Forse, mi ero distratto, ma al di là di un gruppuscolo di contestatori no global - sempre gli stessi - e di alcuni appassionati leghisti, io a quella manifestazione non ho visto decine di migliaia di persone. Faceva troppo caldo?
Questo giornale ha dato spazio alla battaglia di chi vuole il referendum sulla moschea più di qualsiasi altro, così come ha dato sempre spazio - unico nel panorama cittadino - a molte giuste battaglie della Lega.
Ma, con tutta la buona voltontà, non penso che la «pulizia etnica» con lo scopettino e l’«intifada» facciano parte della categoria.