«La salvezza di Fincantieri dalle nuove navi a metano»

«La costruzione di nuove navi a propulsione a gas o metano può essere una strada da seguire per il rilancio di Fincantieri». Lo ha affermato il presidente dell’Autorità portuale di Genova Luigi Merlo ieri mattina a Palazzo Tursi durante un incontro sul Piano energetico ambientale portuale. «Il gas naturale e il metano, l’alternativa ai combustibili tradizionali per la propulsione della navi - sottolinea Merlo - diventeranno sempre di più protagonisti del settore contro l’inquinamento, Fincantieri dovrebbe essere in prima fila nella costruzione delle nuove navi, novità ambientali che riguarderanno gli stessi porti e la stessa organizzazione delle banchine».
Novità in vista anche per Voltri: «Stiamo valutando di estendere l’elettrificazione delle banchine nel porto di Genova ad altre aree oltre le Riparazioni Navali», ha detto Merlo. «Il Peap è una realtà ormai conosciuta - commenta Merlo - ci sorprende il successo che sta ottenendo l’iniziativa, molti porti europei stanno chiedendo di conoscere il Peap, molti operatori stanno già investendo o presentando istanze per rinnovare le aree portuali con progetti di energie alternative».