Salvini: «Dopo Napoli il Consiglio dei ministri si riunisca a Milano»

«Dopo tanti Consigli dei ministri a Napoli, ci impegniamo, come Lega, a portare una riunione del governo anche a Milano, un comune virtuoso che ha però bisogno di riprendersi quel che gli è proprio». L’annuncio arriva dal deputato del Carroccio Matteo Salvini, al termine della riunione a Roma con il sindaco di Milano Letizia Moratti e i rappresentanti dei partiti di centrodestra, dedicato al rischio di un buco di bilancio da 150 milioni di euro nelle casse del capoluogo lombardo per il 2009. «Una volta tanto - spiega Salvini - i milanesi e i lombardi hanno saputo far squadra e ciascuno di noi si è impegnato per riportare a casa nostra quanto ci spetta». Il deputato, che è anche consigliere comunale a Palazzo Marino, non ha voluto rivelare gli impegni assunti dalla maggioranza per sostenere Milano, anche in vista dell’Expo. Ma ha lanciato la proposta di un Consiglio dei ministri a Milano, anche come testimonianza simbolica del sostegno del governo al capoluogo lombardo. «I ministri della Lega sono tutte le settimane a Milano - rilancia Salvini -. Per questo noi chiediamo che, almeno una volta, vengano tutti». Intanto, Letizia Moratti ha chiesto ai «suoi» assessori un piano per tagliare le spese. «Ci aspettano tempi duri», avverte il sindaco. La giunta milanese si è comunque impegnata, ancora una volta, a non aumentare le tasse locali per i cittadini.