Salvini: «Più multe contro i grossisti»

Passeggiata della commissione sicurezza, Matteo Salvini in testa, lungo Paolo Sarpi, per beccarsi la solita raffica di lamentele dei residenti. Perché dopo mesi di polemiche, con tanto di scontri tra cinesi e forze dell’ordine, poco o nulla sembra cambiato a Chinatown. I pochi grossisti che se ne sono andati hanno lasciato posto ad altri. La zona a traffico limitato ha dirottato le macchine nelle vie vicine. Per il resto, effettivamente, è tutto un trottare di orientali che spingono carrelli o pedalano su bici con impressionanti pile di pacchi in equilibrio. Tutti i giorni, domeniche comprese, visto che Sarpi risulta zona turistica con aperture in deroga. «La soluzione sta nel Piano di governo del territorio che a marzo dovrà escludere i grossisti da Chinatown» sospira Salvini. E nel frattempo? «Più vigili per controllare gli abusivi e staccare multe, quindi declassare Sarpi da zona turistica». Propone Salvini che già annuncia il secondo round: la settimana prossima la commissione sicurezza convocherà il neo comandante dei ghisa Tullio Mastrangelo.