Salvini Una task force per riportare l’ordine nel quartiere

Preoccupazione per l’ordine pubblico a Chinatown è stata espressa dal vice sindaco Riccardo De Corato, dall’onorevole Matteo Salvini e dall’associazione «Vivisarpi». «Al di là delle cause scatenanti la lite - dice De Corato - troppi sono gli episodi inquietanti e gli omicidi sono la punta dell’iceberg, basti dire che da inizio anno sono già 90 i cinesi coinvolti in contraffazioni, dormitori per clandestini, centri a luci rosse e bische». Salvini chiede una task force gestita direttamente dal ministero dell’Interno. «Non bastano i vigili urbani o le vie pedonali ad arrestare un fenomeno di rilievo internazionale». Il parlamentare ha messo poi a disposizione il numero di telefono della propria sede (02/66.21.12.90) per raccogliere le segnalazioni dei residenti e annunciato per i prossimi giorni blitz a Chinatown. Vivisarpi esprime il timore «...che il ripetersi di questi fatti vada a creare un clima di paura, di insofferenza e chiusura fra comunità». L’associazione ribadisce «la propria contrarietà alla creazione di un “ghetto” ove infiltrazioni malavitose crescono facilmente», sollecita le autorità a «un’incisiva sorveglianza sul quartiere» e infine riafferma «la necessità di una rapida riqualificazione del quartiere».