Salvo D’Acquisto? Ucciso dalle Br

Enrico Lagattolla

Il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa è stato ucciso dai nazisti alle Fosse Ardeatine. Anzi no, il generale Dalla Chiesa è morto durante un bombardamento in Somalia. No aspetta, a Dalla Chiesa gli hanno sparato le Brigate rosse. Idee confuse. Meglio, nemmeno un’idea. Un mese di questionari distribuiti tra dicembre e gennaio nelle scuole medie superiori di Milano, a cui hanno risposto 350 studenti (studenti?), e questo è il risultato. Beata gioventù, e beata pure l’ignoranza.
La ricerca la realizza «Eta Meta Research», e riguarda la conoscenza della storia italiana dagli anni Trenta a oggi. Un questionario a risposte chiuse, di quelle che ci si mette la crocetta, e se non la sai tiri a caso che magari ci azzecchi. Avessero risposto a caso, sarebbe andata meglio.
Domanda. Chi era Giorgio Perlasca? Forse l’uomo che nel ’44 a Budapest salvò migliaia di ebrei dallo sterminio nazista fingendosi il console spagnolo? Certochennò. Giorgio Perlasca è quello che ha fatto cadere la Repubblica di Salò (e 31 ragazzi su cento hanno dato questa risposta), e già che c’era ha pure contribuito alla stesura della Costituzione (24%).
Domanda. Chi fu l’unico sacerdote morto alle Fosse Ardeatine? Non don Pietro Pappagallo, pace all’anima sua, ma don Bosco (28%, alla faccia dei Salesiani) o don Luigi Sturzo (25%, e tanti saluti ai democratici cristiani). Di male in peggio. Perché Salvo D’Acquisto il carabiniere, vittima del nazismo, l’ha ucciso la mafia assieme a Falcone (20%), oppure c’hanno pensato le Br (19%), ma forse sono stati quelli della Uno Bianca (33%). D’Acquisto Salvatore, medaglia d’oro al valor militare. Alla memoria. (...)