Salza: Agricole può cedere il 3,5% sul mercato

Per il presidente del consiglio di gestione di Intesa Sanpaolo, Enrico Salza, è possibile che Crédit Agricole ceda la quota del 3,5% dell’istituto di Cà de Sass direttamente sul mercato e non alle Fondazioni. Parlando a margine di un convegno sull’Expo in corso ieri a Milano, Salza ha dichiarato: «Può darsi che non sia necessario un accordo tra le Fondazioni e che Crédit Agricole venda tranquillamente sul mercato». C’è già un accordo tra le Fondazioni per rilevare la quota francese. «No, è troppo presto». Di fronte all’ipotesi che la compagnia Sanpaolo possa rilevare la quota, il presidente del Cdg di Intesa Sanpaolo ha sostenuto che non è pronta al momento. «No - ha risposto a chi gli chiedeva se la compagnia fosse pronta - se è così se ne occuperà Bazoli». Per Salza «certamente» ci sono altri investitori pronti ad acquistare la quota che l’Agricole vuole a cedere, ma non ha fatto alcun nome. Nessuna indicazione anche sui tempi. «È un problema - si è limitato a dire - che riguarda il presidente del consiglio di sorveglianza».