Salza: «Vogliamo crescere in Italia prima che all’estero»

da Milano

Sanpaolo Imi intende concentrarsi sulla crescita interna prima di tornare a guardare all’estero. Lo ha detto il presidente dell’Istituto bancario Enrico Salza.
«Non ci sono dossier aperti dopo la fine dei colloqui per l’integrazione con il gruppo franco belga Dexia - ha spiegato Salza -, vogliamo crescere un pochino prima all’interno ed essere poi pronti a guardare all’estero». La banca avrà anche un ruolo nel collocamento in Borsa del gestore di telefonia mobile di terza generazione «3» che dovrebbe avvenire nel prossimo autunno. Salza ha ricordato che il ruolo del Sanpaolo nel collocamento di «3» era «scritto nei patti» tra gli azionisti della società di telefonia mobile. La banca torinese infatti è azionista dell’operatore mobile e detiene il 7,81% del capitale. Principale advisor finanziario di «3» per lo sbarco in borsa sarà Lazard.

Annunci

Altri articoli