La Samp accusa: non sono tutelati i diritti dei tifosi

«Ci adeguiamo, ma siamo dalla parte dei tifosi». Anche la Sampdoria prende posizione sui continui sbalzi di orari e giorni della partite che la riguardano. Cambiamenti sempre più imprevedibili che stanno sconvolgendo le abitudini dei tifosi, con scelte sempre più repentine prese dalla Lega Calcio o direttamente dal ministero dell'Interno, come spiega la società blucerchiata in un comunicato diffuso ieri, dopo le continue proteste arrivate in sede dal pubblico doriano a cui la dirigenza esprime «totale solidarietà perchè non vedono tutelati i propri diritti».
La nota della Sampdoria arriva dopo la decisione di anticipare a sabato sera, alle 20.30, la partita tra Sampdoria e Cagliari, fissata inizialmente per domenica pomeriggio e anticipata con soli 5 giorni di preavviso per lo spostamento a domenica di Torino-Catania gara considerata a rischio. Nel comunicato la società blucerchiata spiega di adeguarsi a quelle che sono le decisioni prese, ma sottolinea come «nelle ultime settimane, a seguito dei tragici fatti di Catania, il calendario di serie A è stato fatto oggetto di innumerevoli spostamenti di date e orari annunciati spesso con non più di quarantotto ore di anticipo».
«I continui spostamenti di data e orario degli incontri rispetto al calendario inzialmente preventivato - continua la nota della società - recano disagi e pesanti difficoltà ai tifosi e appassionati, fruitori in primis del prodotto calcio». Non è escluso che i tifosi blucerchiati, dopo lo sciopero del tifo attuato nella gara della scorsa settimana contro l'Atalanta, possano scegliere nuove forme di protesta, sfruttando anche il fatto che si giocherà in anticipo e con i riflettori delle televisioni accese su Genova.
Brutte notizie anche sul fronte squadra: Sergio Volpi starà fuori per almeno un mese. Gli esami clinici a cui il capitano blucerchiato si era sottoposto ieri mattina dopo l'infortunio patito nella gara contro la Lazio di domenica, ha evidenziato una lesione muscolare al retto femorale destro. Oggi doppia seduta per gli uomini di Novellino che hanno effettuato ieri pomeriggio una sola seduta. Nessuno squalificato per la partita con il Cagliari che dovrà fare a meno di Daniele Conti.