Samp anti-Doni aspettando Bellucci

Non sarà una Samp catenacciara, come contro la Juventus. Ieri, nel corso della rifinitura di Bergamo Walter Mazzarri ha deciso: oggi pomeriggio contro l'Atalanta non giocherà dal primo minuto Gennaro Delvecchio al fianco di Antonio Cassano ma Bonazzoli. Il tecnico quindi si affiderà al 3-5-2 puro, mentre Delvecchio sarà impiegato a centrocampo al posto di Dessena. Non proprio una bocciatura ma quasi per l'ex giocatore del Parma che partirà quindi dalla panchina mentre il numero 40 blucerchiato sarà schierato sull'ex sampdoriano Cristiano Doni, osservato speciale dell'Atalanta insieme a Floccari.
Poi, verso il finale del match, con ogni probabilità ci sarà spazio anche per Claudio Bellucci, tornato a giocare a Kaunas in Coppa Uefa dopo cinque mesi di stop per l'infortunio al tendine d'Achille: «Un grande giorno, ero emozionato quando sono entrato. Quando mi hanno detto che il tendine era completamente distrutto è stata una mazzata. Però è durata poco, due giorni e avevo già cominciato a pensare quando sarei potuto rientrare. È tutto alle spalle, finalmente, e il tempo è passato in fretta: ora è tempo di guardare avanti». La Samp alla ricerca del gol (appena due fino ad ora in campionato) lo sta aspettando: «Da due settimane mi alleno con la squadra, mi sento a posto. L'ho detto al mister, io sono a disposizione. Poi sarà lui a decidere quando e come sarà il momento di farmi giocare dall'inizio e con continuità. Di certo so che devo ancora lavorare, e la sosta fa al caso mio». Certamente Mazzarri spera di recuperarlo nel più breve tempo possibile ma non ha intenzione di correre rischi, visto l'entità dell'infortunio. Per questo dopo qualche minuto probabile di gara di questo pomeriggio l'attaccante potrebbe tornare titolare nella gara dopo la sosta contro il Milan.
Intanto ci sarà certamente Antonio Cassano, osservato speciale di Del Neri: «Stiamo bene ma non benissimo - ha detto il tecnico nerazzurro Del Neri - Infortunati a parte, credo che potremmo avere qualche punto in più. Cassano? Tecnicamente è eccezionale: è uno dei pochi a saltare l'uomo e andare in porta. Ma nessuna attenzione particolare per lui, faremo il nostro gioco come sempre». Negli ultimi cinque confronti l'Atalanta ha conquistato tre successi, un pareggio e una sconfitta. L'anno scorso non andò bene, all'andata, visto che nel turno infrasettimanale gli orobici sconfissero i blucerchiati per 4-1. La Sampdoria non batte l'Atalanta dal 1997: era il 21 ottobre, alla terza giornata e la squadra genovese si impose per 2-0. È solamente uno l'ex della gara. Si tratta del capitano dell'Atalanta Cristiano Doni che ha vestito la maglia doriana nelle stagioni 2003/2004 e 2004/2005, raccogliendo, complessivamente 44 presenze e sette reti.