La Samp aspetta la firma di Montella ma pressa la Juventus per Paolucci

La Sampdoria è arrivata a Moena dove comincia il vero lavoro della squadra di Mazzarri che ha meno di 15 giorni per farsi trovare pronta in vista del 21 luglio giorno della prima gara ufficiale della stagione, quella dell'Intertoto. Per l'operazione Europa la Samp potrebbe presto avvalersi di un uomo in più: Vincenzo Montella. La trattativa per il giocatore della Roma prosegue ma non si chiuderà lunedì, perchè ci sono parecchie cose da definire. Il problema è l'oneroso ingaggio del giocatore che ha un contratto con i giallorossi di quasi 3 milioni di euro con scadenza giugno 2011. "Per il ritorno alla Samp di Montella, prima di risolvere la questione tattica, dobbiamo pensare a quella economica", spiega Beppe Marotta, fiducioso sull'esito della trattativa, ma diffidente dal considerare semplice formalità l'accordo: "le cifre che guadagna nella Roma non sono alla nostra portata, con i giallorossi ci risentiremo per cercare di trovare una soluzione. Noi stiamo puntando su giovani di valore, ma oltre a questi serve anche un nome altisonante funzionale al progetto di Mazzarri e Montella ha queste peculiarità". Con la Roma non si è parlato solo di lui: oltre a Vucinic, blindato dalla Roma, l'altro nome su cui si è discusso è quello di Palombo, obiettivo giallorosso che però non si allontanerà da Genova: "Palombo - ribatte Marotta -, per una precisa scelta societaria non è sul mercato, in quanto rappresenta una bandiera che non ammaineremo". Ma per la Samp Montella non è l'unica trattativa in attacco: la dirigenza segue Pellé e conferma l'interessamento per Paolucci, che potrebbe arrivare in prestito, mentre Foti rimarrà nella rosa di Mazzarri.