Samp a Bergamo senza Cassano

Mentre Mazzarri deve fare i conti in campionato con l’assenza, questa sera contro l’Atalanta, di Antonio Cassano, rimasto a Genova a causa di un affaticamento muscolare, il club blucerchiato programma il futuro. Continuerà fino al 2011 infatti il rapporto tra la Sampdoria e Beppe Marotta.
L’amministratore delegato blucerchiato, in scadenza nel 2009, ha prolungato ieri mattina il contratto con la società ligure. L’annuncio è stato dato dallo stesso presidente Riccardo Garrone: «Per il sottoscritto e per la proprietà - commenta il numero uno di Corte Lambruschini - è un piacere poter continuare a fare affidamento sulle qualità umane e manageriali di un dirigente preparato come Giuseppe Marotta.
Il prolungamento del rapporto con il nostro amministratore delegato è segno tangibile della nostra più sincera stima nei confronti delle sue indubbie capacità. Apprezzamento che peraltro sappiamo essere pienamente condiviso da tutte le componenti della grande famiglia sampdoriana». La conferma arriva dopo sei anni di percorso comune: «Non esistevano motivi plausibili - continua Garrone - per poter immaginare una soluzione differente rispetto a quella che Marotta ha deciso di intraprendere, ma l’aver compiuto questo passo in tempi per così dire non sospetti certifica anche quelle che sono le ambizioni della Sampdoria per il suo immediato e prossimo futuro».
Immediata la risposta di Marotta: «Non posso che essere lusingato della scelta operata dal Presidente e dagli azionisti. La fiducia della proprietà giunge in un momento davvero felice del mio percorso in blucerchiato e tutto questo mi regala nuovi ed ulteriori stimoli per il futuro». Il momento davvero felice porta il nome di Antonio Cassano che però questa sera contro l’Atalanta non ci sarà. L’attaccante infatti non è al meglio per un leggero affaticamento muscolare e lo staff medico ha preferito non rischiarlo e preservarlo per la gara di domenica con il Torino. Samp spuntata quindi visto che mancherà anche Bellucci: «Davanti siamo in emergenza - conferma il tecnico - ma non credo che cambieremo il nostro modo di giocare. Diciamo che saremo molto attenti perché l’Atalanta è una squadra che gioca molto bene. Davanti partirà Bonazzoli, poi ci sarà Sammarco ma non vi dico in quale ruolo». Sammarco giocherà subito dietro alla prima punta, mentre non recuperano Sala e Accardi. Gli esami a quest’ultimo, uscito per un infortunio muscolare durante la sfida con l’Inter, non hanno evidenziato lesioni e il difensore tornerà titolare nella gara di domenica. Recupera invece Gastaldello che completerà il reparto arretrato con Campagnaro e Lucchini. In mezzo turno di riposo per Pieri che potrebbe essere sostituito da Ziegler. Rientrerà dall’inizio anche Volpi.