Samp a Cagliari senza testa: affonda e non dà emozioni

Un occhio alla coppa, l'altro al mercato anche se la testa rimane al campionato. Turno infrasettimanale di coppa Italia per la Sampdoria di Walter Mazzarri che va a Cagliari imbottito di riserve e più attento alla gara di domenica pomeriggio al «Ferraris» contro la Fiorentina di Prandelli, che al passaggio del turno.
Lo si vede dalla formazione schierata al «Sant'Elia» con l'attacco inedito formato da Caracciolo, Bonazzoli e Kalu, mentre a centrocampo viene risparmiato Volpi (al suo posto Franceschini), così come Maggio. Si è rivisto Lucchini che ha fatto reparto, davanti a Mirante, con Bastrini e Accardi. Ritmi blandi in uno stadio semideserto, con la contestazione dei tifosi rossoblu nei confronti dell'allenatore cagliaritano Sonetti. Nel primo tempo qualche emozione la regalano Palombo e Mirante. Il primo con un destro dalla distanza impegna alla parata Koprivec, il secondo respingendo una conclusione di Larrivey che stava già facendo gridare al gol i rossoblu. Nella ripresa non cambiano i ritmi di gioco, sempre molto blandi con la Samp che non affonda e il Cagliari che ci prova più volte. Una conclusione di Fini sbatte sulla parte esterna della rete dando l'illusione del gol, che arriva al 25' grazie a Matri che sfrutta un assist di Larrivey battendo Mirante.
Ma l'attenzione della dirigenza blucerchiata va oltre la gara di Cagliari ed è anche concentrata alle prime mosse di calcio mercato, in vista della sessione invernale che si aprirà a gennaio. La Samp sembra non voler stare a guardare e cerca di inserirsi nella trattativa tra Siena e Inter per poter portare sulla sponda blucerchiata della Lanterna il prestito fino a giugno del trequartista brasiliano Daniel Carvalho. Carvalho, classe 1983, è attualmente in forza al Cska Mosca ma è in scadenza di contratto e l'Inter lo ha già bloccato per gennaio.
Sembrano mancare solo i dettagli per definire il trasferimento in nerazzurro del brasiliano che però la squadra di Moratti non potrebbe tesserare fino a giugno, essendo il giocatore extracomunitario. Così l'ipotesi è quella di girarlo ad una squadra italiana per farlo ambientare nel nostro campionato. La Sampdoria, per averlo e vincere la concorrenza del Siena, potrebbe offrire una sorta di opzione su una eventuale cessione di Cassano, vecchio pallino di Mancini e Moratti, nella prossima estate.