Samp, Cassano e Bellucci ci provano contro il Siena

Il capitano Volpi (scatenato con i toscani) riavrà il suo posto

Ancora un passo in avanti verso la partita di oggi con il Siena con il solito dubbio: Sergio Volpi giocherà? Dovrebbe essere lui il prescelto, le indicazioni sono queste. Significa che Gennaro Delvecchio partirà dalla panchina. E Volpi quando incontra i toscani si scatena, basta leggere le statistiche della vigilia. Autore di 39 reti da professionista, ha nel Siena il bersaglio preferito: tre le reti del centrocampista contro i toscani.
Per il resto, formazione confermata con Antonio Cassano che farà coppia in attacco con Claudio Bellucci, che fu protagonista a Siena nella prima partita di campionato: «Non potevo iniziare la mia nuova avventura con la Samp in modo migliore: è stato un gol bello e importante, e sono anche arrivati i primi tre punti. Speriamo solo di riuscire a ripeterci». Stanno diventando la coppia perfetta, l'intesa ormai è automatica tra Cassano e Bellucci che si ritrovano benissimo nel 3-5-2 di oggi: nessun problema rispetto al 3-4-2-1 di inizio stagione: «Per me onestamente cambia poco, perché da metà campo in su i ruoli li ho fatti tutti... L'unica cosa è che il mister chiede a me e ad Antonio di cambiare sempre posizione, di non dare mai punti di riferimento: l'intesa c'è, e per ora arrivano anche i risultati».
Bellucci sta volando verso il suo primato personale, i dieci gol realizzati con le maglie di Napoli e Bologna: «Infatti, sono soddisfatto di quel che sono riuscito a fare, e spero di continuare così anche nel girone di ritorno: ma l'unico obiettivo resta sempre e comunque quello della squadra. E questa, lo sta dimostrando con i fatti, è una squadra vera». E sulla questione dell'esclusione di Volpi a Torino, l'attaccante doriano chiarisce: «È stata tutta una bolla di sapone. Che Sergio ci sia rimasto male ci sta, ma lui rimane un punto fermo nel gruppo: è il nostro capitano. E col cuore e con la testa, anche contro la Roma, ha dimostrato di esserci. Sempre».
Ora un finestra sul mercato. Beppe Marotta, ad doriano, ieri si trovava a Milano. Raffreddato l’interesse della Juve (che punta su Santacroce del Brescia) per Stefano Lucchini, sono ore frenetiche per il futuro di Andrea Caracciolo. Il Brescia spinge ma il Toro rilancia: i procuratori del giocatore hanno parlato con la dirigenza granata con esiti positivi e Marotta ha avuto un incontro con Antonelli, ad dei granata. Il Toro chiede il giocatore in prestito mentre Reggina e Brescia sono disponibili all’acquisto.