La Samp chiede a Bellucci di fare il Cassano Stasera a San Siro con gli uomini contati

La Samp bunker si appresta a scendere in campo questa sera a San Siro contro un'Inter ferita dopo l'ultima sconfitta in campionato. Samp bunker anche per necessità visto che, come annunciato, tra i convocati non c'è Antonio Cassano, alle prese con un problema al collo che ne aveva già compromesso la sua presenza a Udine. Così Mazzarri si trova a fare due conti, con la certezza di avere a disposizione solo Bellucci, visto che Pazzini sta bene ma è reduce da una settimana di fuoco tra Palermo e Coppa Italia. L'attaccante è caricatissimo ma l'allenatore toscano frena: «Ho molta voglia di giocare - ha dichiarato l'ex viola a Radio 105 - la Samp ha creduto in me, mi ha dato fiducia e la voglio ripagare. Poi i tifosi blucerchiati mi hanno accolto in un modo che mai dimenticherò e mi ha fatto un effetto strano. Anche Cassano mi ha accolto a braccia aperte, mi ha fatto qualche battuta e mi ha detto che a farmi segnare ci pensa lui». Appuntamento rimandato quindi, ma i problemi non sono solo in attacco, visto che Mazzarri ha tre difensori contati ed è stato obbligato anche a chiamare tre primavera (Campanella, Donati e Mustacchio). Senza Pazzini infatti Delvecchio giocherà al fianco di Bellucci, mentre in mezzo Dessena ha vinto il ballottaggio su Stankevicius, provato in Coppa Italia nella posizione di interno destro.
Intanto c'è l'Inter che si trova in piena bufera. Balotelli, e questa è la grande novità dei nerazzurri, non è nemmeno stato inserito nella lista dei convocati dello Special One, che dovrà già rinunciare a Ibrahimovic: «Non si può sostituire un giocatore unico come Ibra. Bisogna giocare come una squadra, è l'unica possibilità. Oggi però non voglio parlare di Ibrahimovic, visto che non ci sarà. Adriano? Ha giocato bene in Coppa Italia contro la Roma. Prima aveva fatto bene contro Atalanta e Genoa. Può dare un contributo importante, ma serve sempre la squadra».
Mourinho non ha nemmeno motivato la decisione dell'esclusione di Balotelli: «Scelta tecnica». Così il giovane talento nerazzurro, che sembrava destinato a giocare dal primo minuto al fianco di Adriano, starà ancora una volta ai margini del gruppo titolare a un mese dall'ultima apparizione (Siena-Inter 1-2). Non convocati, tra gli altri, anche Obinna, Jimenez e Burdisso.