Samp, dieci in pagella e dieci punti in più rispetto all’anno scorso

È una Samp da dieci in pagella. Sono i punti in più rispetto alla passata stagione. Ecco il primo numero di un momento splendido. Venti punti nel girone di ritorno, in questa speciale classifica la Samp ha messo tutti in fila, anche Inter e Roma. La media punti dopo il giro di boa? Siamo passati da 1,3 a due. Mettiamo insieme questo valzer di numeri ed ecco la Samp da dieci in pagella e forse qualcosa di più.
È un momento straordinario per la formazione di Mazzarri che presto (al massimo un mese) potrebbe anche siglare l'allungamento del contratto. Applausi a tutta la truppa doriana, in particolare a lui che è riuscito a plasmare una formazione che ha saputo togliersi di dosso anche quel mal di trasferta che sembrava senza cura. E ancora, anche senza Cassano questa squadra ha saputo imporre legge pure alla Scala del calcio di fronte ai campioni del mondo del Milan. È stato un tris di vittorie e, come detto, Fantantonio non c'era. E diciamo che la Samp ha rinunciato anche a Bellucci, impiegato soltanto part time. Alla fine, però, il risultato è stato bellissimo lo stesso.
Adesso, la sfida con il Cagliari rappresenta l'esame di maturità per la formazione doriana che deve vincere per decollare. Mancheranno Lucchini, Delvecchio (squalificati) e forse Volpi che ha rimediato un trauma distorsivo alla caviglia sinistra: rientrerà Franceschini che ha scontato il turno di stop ma forse al fianco di Bonazzoli non ci sarà ancora dal primo minuto Bellucci che potrebbe entrare nel corso del match. Bisognerà trovare un trequartista che affianchi l'attaccante bresciano. Quella con i sardi sarà la prima partita di un mini ciclo di quattro partite che potrebbe garantire alla Samp il salto di qualità, sarà un'occasione importantissima per la squadra doriana.
Andiamo a vedere nel dettaglio. Si parte domani con la partita casalinga con il Cagliari, poi c'è la trasferta a Empoli, quindi il match a Marassi con il Livorno (quando rientrerà Cassano) e il viaggio a Reggio Calabria. Facciamo un ragionamento, ogni partita in questo periodo può diventare una trappola soprattutto se affronti formazioni che navigano in zone agitate perché ogni punto vale triplo: tutto vero, però, questa Samp può fare filotto. Non sembra un'impresa impossibile per la formazione di Mazzarri che sta scalando le posizioni in classifica. E poi appuntamento poi al 20 aprile quando la Samp incontrerà a Marassi l'Udinese nella partita che potrebbe consegnare il passaporto europeo a Castellazzi e compagni.
Il primo obiettivo è l'Uefa, il secondo, magari, non si dice ma qualcuno ci fa un pensierino. Champions League? Proprio così. Tra cinque giornate si potrà capire se sarà rimasto soltanto un bel sogno.