La Samp e la cabala del 100 Ma il rischio è il maltempo

La lunga giornata in casa Sampdoria inizia poco prima delle 14, quando il presidente Riccardo Garrone arriva al Mugnaini per incoraggiare la squadra. Il patron blucerchiato, che non ha assistito al match di domenica per un intoppo, non è voluto mancare alla seduta di rifinitura, poi, subito dopo aver parlato a Palombo e compagni, si è recato alle finali del Torneo Ravano, tradizionale appuntamento a cui però non ha partecipato la squadra impegnata con l'allenamento di rifinitura. Di Carlo invece ha fatto svolgere un regolare allenamento e all'appello, tra i 21 convocati, mancano Perticone, Padalino, Pozzi e Semioli. Il tecnico sembra orientato a confermare la squadra che domenica ha battuto il Bologna. Davanti quindi ci saranno Biabiany e Maccarone, con Macheda che partirà dalla panchina mentre a centrocampo spazio ancora ai tre mediani Palombo-Poli e Dessena mentre in difesa promossa la coppia titolare di centrali Lucchini-Gastaldello con Zauri e Ziegler esterni. Poi ci sono i numeri e questi sono soprattutto a favore della Sampdoria, a cominciare dai derby che nella storia si sono disputati in febbraio, tanto che i blucerchiati sono imbattuti nei 5 precedenti: 2 vittorie (entrambe datate 17 febbraio, 3-1 in casa blucerchiata nel 1962/63 e 1-0 esterno nel 2007/08) e 3 pareggi, il bilancio. I 3 pareggi risalgono al 6 febbraio 1949 (0-0 in casa Genoa), al 12 febbraio 1950 (1-1 in casa Samp) e all’11 febbraio 1990 (0-0 in casa Samp). La squadra, poi, è a due passi dal centesimo gol nella stracittadina. La rete di Cassano al minuto 23 del derby dello scorso 11 aprile – gara di ritorno del campionato 2009/10 con vittoria blucerchiata per 1-0 - è stata la numero 98 della Sampdoria nei derby ufficiali della Lanterna. E il 100 è un numero che in questo derby ricorre spesso: è anche di Di Carlo infatti a cercare la vittoria in tripla cifra da tecnico, in campionati professionistici. Poi un altro 100: Maccarone è alla ricerca del centesimo gol italiano. L'attaccante ha finora realizzato 99 reti in campionati professionistici italiani - indossando le maglie di Prato, Empoli, Siena, Palermo e Sampdoria - ed è dunque ad un solo passo dal realizzare il centro che potrebbe passare alla storia. E a proposito di attaccanti c'è anche un giocatore che ha già siglato due gol alla squadra rossoblù: Jonathan Biabiany, uno dei nuovi acquisti doriani nel mercato invernale, ha infatti nel Genoa la squadra cui in carriera ha segnato finora più reti. Insomma, come detto, i numeri dicono Samp. Ma oggi il quesito è un altro: questo derby finalmente si giocherà? Sempre nelle prossime ore sono previste forti piogge e la società ha già fatto sapere che al Ferraris saranno ammessi solo ombrelli da borsa (retrattili e richiudibili, senza punta e lunghi al massimo 50 centimetri). Dopo la neve ci mancherebbe solo lo zampino di Giove Pluvio.