Samp, emergenza in difesa Campagnaro fermo un mese

L’infortunio è serio e non si possono affrettare i tempi Si «scalda» Lucchini

Il verdetto è quello che la Samp non avrebbe mai voluto sentire: lesione muscolare al soleo della gamba destra. E per Hugo Armando Campagnaro si annuncia un lungo stop. Che le sensazioni non fossero positive, lo si era capito anche dalle parole di Walter Mazzarri dopo la partitella con il Chiasso, la speranza, però, era quella che si trattasse soltanto di un fastidio muscolare. Invece, ieri, c’è stata la conferma dopo gli accertamenti a cui si è sottoposto il difensore: per lui una lesione proprio al polpaccio destro (il soleo è uno dei tre muscoli che lo compongono, ndr) che già nella passata stagione lo aveva costretto ad un lungo stop di due mesi con un’altra ricaduta nelle ultime gare dello scorso campionato. Ma quali saranno i tempi di recupero? Alla luce di quello che dicevamo prima, la Samp non rischierà, la parola d’ordine è vietato affrettare i tempi per evitare sgradite sorprese. Almeno un mese di stop servirà tutto, ma a questo punto è più probabile che Campagnaro possa ritornare a disposizione di Mazzarri subito dopo la seconda sosta del campionato, precisamente il 19 ottobre quando la formazione blucerchiata giocherà a San Siro contro il Milan.
Nel mezzo, però, ci sarà un autentico tour de force per la Samp che dovrà affrontare il doppio turno di Uefa (18 settembre e 2 ottobre) contro i lituani del Kaunas e ben cinque partite di campionato. L’argentino s’infortunò la prima volta a fine febbraio nella trasferta che la Samp perse a Bergamo per quattro a uno. Dopo quindici minuti lasciò il posto a Miglionico. Iniziò subito il recupero che si concluse il 20 aprile nella gara vittoriosa a Marassi contro l’Udinese (3-0, il risultato finale, ndr): Campagnaro fu costretto ad uscire dal campo al 27° del primo tempo. Una ricaduta che sembrava la fine del suo campionato ma il difensore collezionò ancora un’apparizione proprio sui titoli di coda del campionato, all’ultima giornata con la Juve a Genova. Anche in questo caso non riuscì a terminare la partita e fu sostituito da Sala dopo un ora di gioco.
Adesso, un’altra tegola per la Sampdoria che sperava di aver dimenticato quella catena di infortuni che aveva condizionato buona parte della stagione. Ma chi prenderà il posto di Campagnaro? Il sostituto si chiama Stefano Lucchini anche se magari Mazzarri potrebbe spostare a destra Gastaldello e consegnare le chiavi della difesa, come centrale, proprio all’ex empolese. Di certo, si apre un problema numerico nella rosa visto che a disposizione c’è soltanto Jonathan Pablo Bottinelli.