Samp-Fiorentina la partita di Cassano ma senza Cassano

Sampdoria-Fiorentina, sfida per l'Europa con l'ombra di Cassano. Già, perché quella di stasera a Marassi (ore 20,45) avrebbe dovuto essere la partita di Fantantonio: la grande notte del ritorno al Ferraris da avversario (con la maglia viola), o comunque il rientro tra i blucerchiati dopo i contrasti con Del Neri. Niente di tutto questo, oggi Antonio - con ogni probabilità - seguirà la partita alla tv, sul divano di caso, al fianco della fidanzata e futura moglie Carolina Marcialis, impegnata nel pomeriggio nella sfida di pallanuoto tra Diavolina Nervi e Ortigia. Del Neri, ancora prima che iniziasse la conferenza stampa di ieri a Bogliasco, ha fatto sapere che questa volta non avrebbe neppure risposto alle domande su Cassano. Un giocatore fuori per infortunio (almeno questa è la versione ufficiale), che non dovrebbe essere disponibile neppure sabato prossimo contro l'Inter. Difficile credere che davvero sia finito il «gelo» tra i due, nonostante la mediazione portata avanti in prima persona dal presidente Garrone.
La Samp comunque affronta la Fiorentina, punti pesanti sulla strada di un possibile piazzamento per l'Europa. Questa, probabilmente, è la cosa più importante. «Non credo alla crisi dei viola - dice Del Neri - anche domenica scorsa con la Roma hanno prodotto un ottimo calcio. La Fiorentina ha qualità importanti, la classifica non le rende i giusti meriti. È stata costruita per lottare per traguardi ben diversi dai nostri. Ma la Samp non è disposta a concedere niente...». Come dire, stasera i blucerchiati andranno alla caccia della quarta vittoria consecutiva, ancora una volta col tandem Pozzi-Pazzini in attacco (in panchina, unica alternativa il giovane serbo Scepovic, «stellina» del Viareggio). «Sarà una battaglia - continua Del Neri - non servirà il fioretto ma la clava. Se non metteremo in campo intensità, cuore e corsa, andremo incontro a molte difficoltà». Ai tifosi blucerchiati, guardando la classifica, vengono quasi i giramenti di testa: la Samp al momento è sesta, in piena zona Europa League. «Ma non cadiamo in questi tranelli, non la guardiamo neppure la classifica - dice il tecnico - siamo tranquilli e viviamo alla giornata, partita dopo partita».
Testa al presente, insomma. Del Neri proprio non ha voglia di parlare del futuro, nemmeno del suo. Negli ultimi giorni si è parlato, per la prossima stagione, proprio di un suo approdo alla Fiorentina. «Mi spiace, non leggo i giornali - dice il mister - il mio futuro è alla Sampdoria sino al 2010, poi vedremo. Fa piacere questo interessamento? Veramente io non devo dimostrare niente a nessuno, alleno in serie A da dieci anni. Fa piacere essere accostati a squadre importanti, ma c'è anche l'onore e il piacere di allenare la Samp...». La Fiorentina arriva a Marassi a pochi giorni dal match col Bayern di mercoledì in Champions, ma Del Neri ribadisce che i viola «hanno costruito una rosa valida per andare avanti su più fronti». La Samp, piuttosto, sin qui ha un po' balbettato nelle partite serali. «Ma non è vero, guardate che contro l'Inter si giocava di sabato, alle 18,30 era già buio. Comunque, speriamo di invertire questa tendenza nel girone di ritorno».