Samp in ginocchio, Novellino s’infuria e mischia le carte

Dopo Cagliari subito in campo con l’Hertha La Coppa Italia l’8 dicembre alle 18 in diretta su Rai2

Emmanuele Gerboni

Ma come si fa a cancellare una partita così, dove la Samp non ha fatto la Samp? La risposta è facile, facile. Si vince quella dopo e passa tutto, il bello del calcio è anche questo. E c’è subito l’Hertha Berlino (arbitrerà il portoghese Benquerenca) per dimenticare quel viaggio a Cagliari, che ormai è un tabù per la Samp. Che ha perso male, ma ha immediatamente ritrovato Andrea Gasbarroni, un po’ sbiadito in Svezia. E Walter Novellino scommetterà proprio su di lui. Probabilmente prenderà il posto di Aimo Diana, con la conferma di Max Tonetto sulla sinistra. E Gasba? Risponde presente, sa che quella di domani è la partita. Quella che si scrive con la prima lettera grande così, perché la Samp si gioca davvero molto: «Non vogliamo fare calcoli, scenderemo in campo per la vittoria. Sappiamo che è una sfida davvero importante. E sono convinto che ci darà un grande aiuto anche il pubblico».
E la prevendita sta andando bene, ai biglietti già venduti (circa 4 mila) bisognerà aggiungere anche i novemila e più tifosi che hanno acquistato i mini abbonamenti per le due partite casalinghe di Coppa Uefa. Ma ci saranno anche altre novità nella formazione che proporrà Novellino. In difesa, Marcello Castellini (squalificato nel prossimo match di campionato con l’Empoli) sarà sostituito da Giulio Falcone. E si annuncia qualcosa di nuovo pure in attacco, e si potrebbe rivedere in campo, dal primo minuto, anche Vitalii Kutuzov, il bielorusso è in ballottaggio con Francesco Flachi per il ruolo di partner del bomber Emiliano Bonazzoli. Intanto, l’Herta Berlino perde alcuni pezzi pregiati e arriverà a Genova senza Pal Dardai e Dick Van Burick. Il primo, centrocampista ungherese, si è fatto male nell’ultimo allenamento della squadra tedesca (per lui uno stiramento), mentre il difensore olandese non si è ancora ripreso dopo la commozione celebrale rimediata domenica contro il Borussia Monchengladbach. Ieri, soltanto piscina e massaggi per i giocatori impiegati a Cagliari, mentre a Bogliasco si sono dati appuntamento soltanto pochi intimi (a proposito di Cagliari è stata ufficializzata la gara di Coppa Italia dell’8 dicembre, che si giocherà alle ore 18 e sarà trasmessa in diretta da Rai2). E tra questi, anche Gasbarroni, protagonista blucerchiato, che vorrebbe tanto fermarsi dalle parti di Bogliasco per tanti anni: «Vorrei rimanere alla Samp per molto tempo, aspetto solo un segnale dalla società, spero che a gennaio si possa concretizzare già qualcosa». Gasbarroni e la Samp, tutta la vita. Gasbarroni e la Samp, presto che si gioca. Così Cagliari non fa più male.