Samp, l’entusiasmo di Bellucci per la «battaglia» di Catania

«Entusiasmo», è uno dei cori con cui da tempo immemore si anima la gradinata Sud durante le partite della Sampdoria. «Entusiasmo» è anche la parola ripetuta con maggiore frequenza da Claudio Bellucci, parlando ai cronisti nella settimana successiva alla sua prima doppietta stagionale.
Dopo la rotonda vittoria sul Parma, sembra essere tornata la serenità nell'ambiente blucerchiato che ora attende solo il ritorno a buone condizioni di Antonio Cassano per potere proseguire con tranquillità questo campionato, «anche se secondo me la voglia di far bene non l'abbiamo mai persa - ricorda Bellucci -. Ritrovata la vittoria siamo più rilassati: adesso riusciamo anche ad allenarci con il giusto metro. A questo aggiungiamoci l'aiuto che ci danno i nostri tifosi, in un ambiente che si dimostra sempre tranquillo». Ma non sempre si incontra il Parma un po' allo sbando, già domenica sarà molto più dura. Al "Cibali" si affronta un Catania che in casa ha subito un solo gol, dalla Fiorentina: «In un campo così caldo è sempre difficile giocare - commenta Bellucci -. Sarà una vera battaglia, ma abbiamo le nostre armi per vincere. Non sarà semplice, si tratta di una squadra partita molto bene nonostante lo sfavore dei pronostici».
E allora, condizioni di Cassano permettendo, potrebbe essere la volta del tridente. Visto che è stato lo stesso Mazzarri a dire che è dura lasciar fuori due come Montella e Bellucci: «Apprezzo le parole del mister - spiega -, anche i "piccoletti" possono fare bene insieme».
Sarà una domenica speciale per Angelo Palombo, che festeggerà la sua 200esima presenza in blucerchiato. Palombo ha esordito con la maglia della Samp il 18 agosto del 2002 in Sampdoria-Siena di coppa Italia, finita 3-0 per i doriani che quell’anno centrarono la promozione nella massima serie.