Samp, nella corsa a Pazzini il Bologna si ferma per strada

Archiviata anche la sconfitta casalinga contro la Fiorentina, adesso la Sampdoria pensa soprattutto al mercato e all'acquisto di una punta. Il giorno dopo le parole dell'amministratore delegato Beppe Marotta che ha confermato l'interesse per il bomber viola Gianpaolo Pazzini, ieri a farsi da parte, tra i club che corteggiano il giocatore, è stato il Bologna. A smentire un possibile approdo in maglia rossoblù del «Pazzo» è stato proprio il presidente dei felsinei, Francesca Menarini: «Mercato? Ci stiamo pensando e stiamo valutando col tecnico. Pazzini? Ricordo che abbiamo in casa il capocannoniere del campionato (Di Vaio, ndr)».
Ora quindi la Sampdoria deve battere solo, si fa per dire, la concorrenza del Palermo, alla ricerca di una punta. Tutto dipende, come ha detto Marotta, dalla volontà della Fiorentina: se il club di Della Valle riuscirà a vendere il giocatore, e quindi a monetizzare, ecco che la Sampdoria dovrà ritirarsi in buon ordine, altrimenti, in caso di prestito, non è escluso che il club blucerchiato possa essere favorito sulla società rosanero: lo stesso Pazzini infatti ha espresso in più di un'occasione il desiderio di giocare al fianco di Cassano, che, così, sarebbe un po' meno solo in attacco. Tra i giocatori in partenza invece ci saranno, come confermato da Marotta, il difensore Bottinelli, che tornerà in Argentina, e l'attaccante Emiliano Bonazzoli. Ieri intanto c'è stato il sciogliete le righe della squadra che si rivedrà a Bogliasco il primo gennaio.