Samp Ora Garrone vuole cacciare Cassano

Rescissione unilaterale del contratto per giusta causa: è la richiesta del presidente Riccardo Garrone al collegio arbitrale della Lega che dovrà pronunciarsi entro i prossimi quindici giorni. La Sampdoria ha detto basta dopo l'ultima «cassanata», la lite con il numero uno del club, che ora è disposto a rinunciare ai 20 milioni di euro della clausola rescissoria pur di interrompere preventivamente il rapporto con quello che fino a pochi giorni fa Garrone considerava come un figlio adottivo. Qualcosa si è rotto ma non da martedì. Tassello dopo tassello l'idillio è andato in frantumi, poi la goccia che evidentemente ha fatto traboccare il vaso. Eppure è sempre stato lo stesso numero uno della Erg a giustificare spesso il numero 99: dopo l'episodio di Sampdoria-Torino con l'arbitro Pierpaoli, dopo lo screzio con il tifoso sugli spalti del Mugnaini nel novembre della passata stagione, (...)