La Samp scarica Cassano e chiede la multa

Dopo una giornata di tensione arriva il comunicato che deferisce il
fantasista, da ieri ufficialmente fuori rosa. Tutto fa pensare alla
rottura definitiva con il giocatore che rifiuta di firmare le scuse dopo
i pesanti insulti a Garrone. A Cesena torna Fornaroli

di Marco Bisacchi

Poche storie, la rottura tra Garrone e Cassano adesso è proprio definitiva. Ieri sera la Sampdoria – in un comunicato – ha parlato di «comportamento gravemente offensivo e irrispettoso nei confronti del presidente», dopo la lite di martedì scorso, nata dalla mancata partecipazione di Fantantonio alla premiazione della Rete d'Argento a Sestri Levante. La società blucerchiata ha comunicato anche di «aver attivato presso gli organi competenti le richieste per i conseguenti provvedimenti disciplinari». Intanto ha messo il fantasista fuori rosa, «ufficialmente sospeso da allenamenti e partite».

Tradotto in soldoni, si tratterà probabilmente del primo passo – presso la Lega Calcio – per la sua esclusione definitiva dalla squadra. In pratica, Cassano non se la caverà con una multa. E non giocherà domani a Cesena. Tra l'altro, un indizio era già arrivato, nel tardo pomeriggio, dalla mancata convocazione di Fornaroli per il derby Primavera di oggi alla Sciorba. Sin troppo facile fare uno più uno: l'attaccante uruguayano domani sarà in panchina al Manuzzi, visto che uno tra Pozzi e Marilungo, gioco forza, giocherà al fianco di Pazzini in attacco.

Si è parlato a lungo, negli ultimi giorni, di una lettera di scuse – un documento ufficiale – che avrebbe potuto salvare in extremis Fantantonio. Forse le scuse, almeno a livello formale, sono anche arrivate. Ma la firma di certo non è arrivata, e comunque Garrone è andato dritto sulla sua strada. Non ha digerito l'affronto da parte del giocatore, che avrebbe usato parole tutt'altro che diplomatiche nei confronti del «papà» che più di ogni altro, in questi quattro anni, aveva cercato di difenderlo anche quando era davvero difficile farlo. Era stato proprio Garrone – l'anno scorso – a mettersi di mezzo, tra Del Neri e Marotta, impedendo la sua cessione alla Fiorentina. Adesso però che c'è Garrone, dall'altra parte della barricata, il talento di Bari Vecchia rischia di vedere finita, per davvero, la sua avventura in maglia blucerchiata.

Tutte le chiacchiere sul rinnovo di contratto sono forse destinate ad essere portate via dal vento. Cassano di certo chiuderà il suo rapporto con la Sampdoria. Poi a gennaio si potrà parlare di mercato, con Juventus ed Inter teoricamente alla finestra. Anche ieri è stata una giornata molto faticosa per l'ambiente Samp. Cassano si è regolarmente allenato a Bogliasco, firmando anche un paio di autografi ma rifiutando il contatto con i cronisti.