«La Samp se ne va? Il Ferraris sarà rossoblù»

I tifosi se l’augurano ma il problema resterebbero gli elevati costi di gestione della struttura

Luca Russo

Un sondaggio tra i tifosi lo aveva espressamente richiesto: tra gli obiettivi della Fondazione Genoa ci deve essere quello di acquistare lo stadio Luigi Ferraris per farlo diventare la casa del Genoa. E così le dichiarazioni del sindaco Pericu sulla necessità genovese di dotarsi di due impianti per il calcio si sono trasformate in un delizioso assist che gli avvocati Andrea D'Angelo e Sergio Maria Carbone hanno subito finalizzato . «Lo spunto offerto dalla recente dichiarazione del Sindaco di Genova sull'ipotesi dei due stadi - si legge in un comunicato firmato dai due reggenti della Fondazione - è ricco di prospettive di grande interesse per la Città, il Genoa e la Comunità genoana. Alla nuova iniziativa, di rilevanza economica oltre che sportiva, della creazione di un nuovo stadio, può dunque affiancarsi quella, meno lucrosa e più complessa ma non meno importante, della rivalorizzazione del Ferraris, che possa assicurare a quest'ultimo un destino futuro coerente con la sua storia: nato come campo del Genoa può ritornare ad esserlo. La Sampdoria ha da tempo manifestato il proprio interesse per un nuovo stadio».
Insomma il quadro delineato secondo i padri della nuova struttura che si è affiancata al Genoa è chiaro: la Samp vada pure nel nuovo impianto, noi restiamo a Marassi. «Il Genoa-società e la Fondazione Genoa 1893 possono promuovere e concorrere a realizzare un'operazione di più ampio respiro - si legge ancora - che consenta la riappropriazione del Luigi Ferraris e che, grazie anche al trasferimento delle carceri, crei una realtà più compatibile con le esigenze del quartiere di Marassi. La Fondazione Genoa 1893 si propone di avviare le iniziative di studio e di confronto necessarie allo scopo e, quindi, di promuovere quanto prima un dialogo con le istituzioni, unitamente al Genoa-società, che ha già manifestato il proprio interesse e la propria disponibilità». Un vecchio sogno che potrebbe diventare realtà. Il Comune da tempo ha manifestato infatti l'apertura ad un'ipotesi del genere anche perché il Ferraris ha sempre rappresentato una voce importante alla voce uscite del bilancio di Tursi.
E proprio questo sarebbe il vero scoglio da superare per la nuova proprietà: i costi di gestione di un impianto che mostra molte pecche. Intanto oggi il Ferraris ospiterà la dodicesima edizione del trofeo Spagnolo (ore 18). A sei giorni esatti dall'inizio del campionato di serie B Gasperini testerà il gruppo contro il Torino di De Biase in crisi di risultati in questo precampionato (eliminato dalla Coppa Italia e sconfitto in settimana dai dilettanti dell'Alessandria). La sorpresa nelle convocazioni è rappresentata da Fernando «El topa» Forestieri, il talento argentino arrivato al Genoa nella scorsa stagione. Dopo l'eccellente prova al torneo di Asti con la Primavera di Torrente, Gasperini ha deciso di aggregarlo al gruppo (maglia numero 20) per fargli già respirare l'aria della prima squadra nonostante la sua tenera età, appena sedici anni. Per la formazione le assenze di Bega e Juric costringono il tecnico a variare qualcosa rispetto alle ultime gare: probabile il debutto dal primo minuto del neo arrivato De Rosa (maglia numero 33). Diritti Tv. Sky ha chiuso con il Genoa la trattativa che consentirà di trasmettere sul satellite tutte le partite casalinghe dei rossoblù che sono poi gli unici match di cui la società di Preziosi può al momento cedere direttamente i diritti. Per sapere se verranno trasmesse anche le partite in trasferta bisognerà invece attendere mercoledì prossimo.