La Samp si aggiudica il portiere Castellazzi Salta l’accordo con Sky

Le partite della squadra di Novellino sul digitale

Emmanuele Gerboni

Beppe Marotta? Cerca, trova e compra mentre gli altri sono ancora lì fermi ai blocchi di partenza. Un altro colpo, di quelli che piacciono all’amministratore delegato della Samp. Che fa così. Si muove e porta a casa. E tutto si concretizza in un amen. La storia si ripete. Luca Castellazzi, professione portiere, trent’anni da una manciata di giorni, ha qualità da numero uno in tutti i sensi e un curriculum di lusso. Che la Samp ha messo in cassaforte. Tutto fatto in poche ore anche se l’idea era nata qualche giorno fa. Arriva da una stagione esaltante, le sue parate hanno tenuto vivo il sogno salvezza del Brescia. Arriva a zero euro, infatti aveva rescisso il contratto con i lombardi ed era diventato il pezzo più pregiato nel mercato dei portieri. Arriva in punta di piedi (il posto da titolare è già assegnato) ma è destinato a rimanere con un altro incarico. Perché quando scadrà il contratto (di Antonioli, tra dodici mesi) diventerà il guardiano ufficiale della porta blucerchiata. Castellazzi era andato in ritiro con il Torino ma poi aveva rinunciato viste le nuvole nere che stavano circondando sul club granata. Il giocatore è arrivato in serata nel ritiro di Moena, nel pomeriggio aveva firmato il contratto che lo legherà alla Samp per due stagioni e si era sottoposto alle visite mediche. Anche il Cagliari lo stava seguendo, ma l’amministratore delegato della Samp ha anticipato tutti. «La trattativa era nata qualche giorno fa, poi questa mattina (ieri, ndr) ho incontrato il ragazzo e il suo procuratore, e li ho convinti. Cercavamo un portiere anche in prospettiva per i prossimi anni e siamo felici di averlo individuato», ha spiegato Marotta. E adesso Luigi Turci potrebbe salutare tutti e planare a Cesena. Può restare come numero tre nella gerarchia dei portieri o chiudere la carriera in Romagna dove gli consegnerebbero volentieri la maglia da titolare. Dunque, la Samp ha inserito un altro tassello che garantisce, come ha spiegato Marotta, ottime prospettive per presente e futuro. Quelle che non assicura, invece, Sky: il club di Riccardo Garrone si sta dirigendo verso altri lidi, il digitale terreste sta diventando sempre di più la soluzione finale su cui mandare in onda le partite di Flachi e compagnia. Divorzio da Sky, dunque, e matrimonio con Mediaset che si garantirebbe i diritti televisivi criptati con un robusto assegno più convincente dell'offerta formulata dalla piattaforma di Murdoch. Nel pieno della preparazione estiva, in quel di Moena, si lavora tanto (ieri Novellino ha concesso la prima giornata di riposo alla truppa blucerchiata) ma c’è sempre una finestra aperta sul mercato. Dopo Castellazzi, si sta cercando ancora qualcosa per la difesa. Perché la Samp deve fare i conti con i tempi di recupero di Giulio Falcone che si è ripreso dal lungo infortunio ma deve procedere con calma prima di rientrare dalla porta principale.