SAMP, SLITTANO EDER E MUNARI

Lo hanno un po’ messo in mezzo ma lui ci è cascato in pieno, o forse, non aspettava altro. Alla domkanda se «passare dall’Udinese dei Pozzo alla Samp dei Garrone era come passare da un hotel a 5 steklle a un Motel», l’ex dg blucerchiato Sergio Gasparin ha risposto così: «dal punto di vista della solidità della società e del blasone no, da quello della comprensione del calcio, sì». Bella frecciata per la famiglia proprietaria della Samp, alla ricerca di rinforzi sul mercato. Slittano ancora Eder e Munari, Cacia resta nel mirino.