Samp stoppata verso l’Europa

Paola Balsomini

Anche la Sampdoria, in viaggio verso Lens dove questa sera affronterà l’ultima gara del gironcino di Coppa Uefa, è rimasta bloccata due ore in autostrada. E’ accaduto ieri mattina verso le nove: il pullman in partenza dall’Hotel Astor di Nervi è rimasto immediatamente imbottigliato nell’ingorgone che ha coinvolto tutta la città e migliaia di genovesi. Appena presa l’autostrada all’entrata del levante ecco infatti lo stop anche per la compagine blucerchiata. Un pò di attesa, compresi tutti i giornalisti al seguito che passo passo cercavano di non perdere di vista il pullman della società Volpi, e poi alla fine si è optato per la soluzione più drastica. Chiamare la polizia che finalmente è riuscita a farsi largo tra la folla di automobilisti inferociti dopo l’ennesimo blocco del traffico. Questa volta il principale indiziato era il forte vento, e non i treni e il freno che stressa, ma certamente Novellino non ha gradito il cambio improvviso di programma che ha obbligato la squadra a rimanere imprigionata sulla corsia autostradale.
L’attesa infatti è durata più di due ore e l’appuntamento con l’aereo delle 9 non è stato rispettato. Nessun problema in realtà per il volo, visto che la società aveva provveduto ad affittare un charter che quindi era a completa disposizione della Sampdoria.
Il problema soprattutto era l’imminenza della gara e il fatto che la società preferisca, dall’inizio di questa avventura Europea, partire soltanto il giorno prima del match. Insomma, c’era voglia di arrivare anche perchè l’allenamento era già fissato per ieri pomeriggio alle 16 nello stadio di Lens. Alla fine, con l’intervento delle Forze dell’Ordine che sono riuscite a farsi largo nel traffico la Sampdoria è riuscita ad approdare al Cristoforo Colombo, dove alla fine ha preso il volo direzione Francia con un’ora di ritardo, partendo così soltanto alle 11. Fortunatamente il resto del programma si è svolto senza altri intoppi.