Samp, strano scherzo del destino: l’ultima spiaggia si chiama Mancini

Federico Casabella

Tra due giorni nuovamente in campo e ancora contro una grande. La Sampdoria si prepara ad affrontare l'Inter a San Siro sabato sera con la convinzione che sia una sorta di ultima spiaggia: perdendo, si potrebbe dire definitivamente addio alla tanto sospirata zona Uefa. Marco Pisano, carica i compagni in vista di questo finale di campionato convinto che la squadra possa recuperare il terreno perduto: «Affronteremo queste ultime 10 partite come 10 finali. - spiega il terzino- Siamo consci della nostra posizione e degli errori commessi fin qui: dobbiamo semplicemente buttarci a testa bassa in questo finale di campionato perché non abbiamo nulla da perdere».
Un atteggiamento diverso in campo lo ha richiesto anche Novellino che, dopo la gara con la Juventus, aveva chiesto ai suoi un po’ più di cattiveria, mancata alla squadra nell'ultimo quarto d'ora per reagire al gol subito: «È vero, dopo la rete di Nedved non abbiamo avuto la forza di recuperare - continua Pisano- ma abbiamo fatto la partita fino al momento del gol ed eravamo convinti di portarci a casa un risultato pieno. Comunque, oltre alla cattiveria dobbiamo avere un pizzico di malizia in più, questo è certo». E anche più attenzione, visto che ancora una volta gli avversari hanno «pizzicato» la difesa su una palla inattiva: «Sembra quasi una maledizione, ci stiamo allenando da tempo per evitare di prendere gol su calci piazzati e veniamo puniti sempre per errori simili». Inter- Sampdoria è anche una sfida nella sfida, Pisano-Figo. Un giovane emergente che dovrà contenere un fuoriclasse di fama internazionale: «Sarò ancora più concentrato del solito. È chiaro che nell'uno contro uno mi metterà in difficoltà, spero di riuscirlo a contenere e mi auguro che le sue giocate non mi spiazzino. Ma al di là della mia gara conta che il collettivo affronti l'Inter con la determinazione giusta. Con le grandi non abbiamo mai fallito».
Nel pomeriggio di ieri, Sampdoria impegnata contro la Polis nella consueta partitella infrasettimanale. Novellino ha provato la squadra anti Inter schierando Kutuzov al fianco di Flachi in attacco. L'incontro è finito 6-0, con reti nella ripresa in evidenza Marchesetti autore di una tripletta. In gol anche Colombo e i giovani Azor e Orero.