La Samp studia la formula Almiron

Sergio Almiron sempre di più nei pensieri della Samp che sta cercando di accelerare i tempi per blindare il centrocampista argentino, di ritorno in Italia dopo sei mesi in Francia al Monaco. Non è semplice ma il club blucerchiato sta lavorando per sistemare tutti i tasselli. «Non ci sono novità. Il fatto è che la Juventus lo darebbe in comproprietà. In ogni caso la Sampdoria è la squadra favorita per acquistarlo perché è disposta ad accontentare le richieste dei bianconeri riguardo alla formula del trasferimento. La Fiorentina è orientata verso un prestito», ha spiegato l'agente di Almiron, Claudio Vagheggi ad un sito internet. L’operazione che presenterebbe ancora un doppio ostacolo da superare, cioè l'ingaggio dell'argentino ma non solo. Almiron guadagna alla Juve 1,6 milioni di euro, troppi per il «tetto» della Samp. E quindi? L'idea è quella di avere un aiuto dalla Juve, o magari «spalmare» lo stipendio su un contratto pluriennale. E poi c'è la richiesta della società bianconera per la metà del giocatore: si parla di una cifra tra i 3 e i 4 milioni di euro, la trattativa si può chiudere su quelle basi. Comunque, dovrebbero essere tempi abbastanza rapidi per la chiusura di questo accordo anche perché la Fiorentina, principale concorrente della Samp, vorrebbe Almiron solo in prestito. Mentre in uscita si segnalano gli interessanti di Lecce e Livorno rispettivamente per Emiliano Bonazzoli e Leonardo Miglionico. La Samp vuole cedere l'attaccante prima di tuffarsi definitivamente su Nicola Amoruso: la Reggina oltre a Bonazzoli vorrebbe anche un conguaglio economico. Invece, sembra vicino l'arrivo dalla Fiorentina del portoghese Da Costa che arriverebbe in prestito.
In casa Genoa si attendono i prossimi giorni per definire l'ingaggio di Rino Foschi, ex ds del Palermo. Qualche novità ci potrebbe essere tra giovedì e venerdì, di certo i presupposti per il lieto fine ci sono tutti. Anche perché i rapporti con il presidente rossoblu Enrico Preziosi sono ottimi. Ma Foschi, prima di accettare il nuovo incarico, vuole avere la certezza che il suo arrivo sia gradito a tutto l'ambiente genoano. Vorrebbe entrare nella nuova realtà in punta di piedi, rendendo tutti partecipi del nuovo progetto senza mettere a rischio equilibri già consolidati. Come detto, bisognerà aspettare qualche giorno ma siamo davvero vicini all'intesa. Intanto, sul fronte del difensore ieri Dario Dainelli appena rientrato dalle vacanze è transitato dalla sede della Fiorentina non per le consuete visite mediche (fissate per questa mattina) bensì per un colloquio chiarificatore con società e staff tecnico. Il giocatore è pronto per iniziare la nuova avventura con i viola ma vuole aspettare prima di pronunciarsi definitivamente sul suo futuro. La prospettiva di sbarcare a Genova, sponda rossoblu, lo attrae molto ma ha chiesto ancora un po' di tempo prima di accettare il trasferimento in un'altra piazza. In uscita, invece, il portiere Gianluca Pegolo, rientrato dal prestito al Mantova: per lui sarebbe pronta la maglia da titolare nel Livorno.