La Samp studia come mandare Cassano all’assalto della Reggina

Aspettiamo e vediamo, magari ne riparliamo nel secondo tempo. Walter Mazzarri scioglierà così il dubbio su Antonio Cassano, la decisione questa mattina ma sembra orientato proprio sul talento barese. La tentazione è forte, buttarlo nella mischia dal primo minuto. Ieri le prove tecniche della vigilia, tutti in pista per l'ultimo giro di valzer prima della partita con la Reggina. Dentro Cassano e Caracciolo, alla fine potrebbe essere l'Airone a restare inizialmente parcheggiato in panchina. Mazzarri lo aveva detto giovedì, se sta bene può anche giocare dal primo minuto. Il riferimento era diretto al giocatore di Barivecchia. Tutto vero, anche se bisogna valutare un altro aspetto: Cassano non gioca da un mese in campionato e soltanto all'inizio di questa settimana si è aggregato al gruppo per svolgere il lavoro completo. Indizi di una sentenza che lascia spazio ancora a dubbi ma dovrebbe spingere verso la conferma di Cassano a puntello dell’attacco. Il ballottaggio c'è stato, Mazzarri ha pensato seriamente ad una candidatura di Caracciolo che, però, deve ancora dare segnali di un certo tipo dopo la prestazione opaca di Livorno.
L'ex attaccante del Palermo dunque verso un ruolo da riserva anche se non sono escluse clamorose sorprese dell' ultimissimo momento. Una soluzione che comprenderebbe anche Sammarco e Bellucci in campo per uno strano tridente. C'è anche un'altra ipotesi che sconvolgerebbe tutte le previsioni: Cassano più Bellucci e davanti un ariete da scegliere tra Caracciolo e Bonazzoli, con quest'ultimo leggermente svantaggiato. La composizione del tridente, ecco il grande interrogativo di Mazzarri che magari deciderà solo questa mattina. Le alternative ci sono, il mister questa volta può scegliere ma deve valutare con grande attenzione tutti gli aspetti di una scelta che facile non è. Per il resto, la formazione è fatta, non ci sono dubbi particolari. Perché Reto Ziegler non è stato convocato per un attacco influenzale e quindi Mirko Pieri ritornerà dal primo minuto. Come Angelo Palombo che si è ripreso dopo il principio di polmonite. Al suo fianco, ovviamente, il capitano Sergio Volpi. In difesa, invece, Stefano Lucchini partirà dalla panchina (dove si accomoderà anche Pietro Accardi, di nuovo in gruppo dopo l'infortunio di agosto), Mazzarri preferirà non rischiarlo: Daniele Gastaldello giocherà sulla sinistra, insieme a lui in difesa anche Luigi Sala e Hugo Armando Campagnaro.