Samp, per tenersi Cassano la società va in consiglio

Per la «Cassano mania» anche la Sampdoria pronta alla follia. Tocchi di classe e fantasia che non lasciano indifferenti pure una società dalla gestione oculata ed attenta come quella blucerchiata che sta lavorando sodo per capire la strategia adatta a riscattare il giocatore a giugno dal Real Madrid. Ma, soprattutto, come poter fare in modo che il talento di Bari Vecchia rimanga a Genova per un'altra stagione.
La volontà del giocatore esiste tutta, lui l'ha ribadita qualche giorno fa, anche se il prudente Marotta preferisce andarci cauto e riparlarne nei prossimi mesi, il fatto è che l'ingaggio di Cassano è al di sopra dei 4 milioni di euro, cifra pazzesca per una società come la Sampdoria. Beppe Marotta pensa alla convocazione di un consiglio di amministrazione straordinario, che possa cambiare in corsa il piano industriale della società e accettare un'eccezione per salvare l'ingaggio del numero 99: «Logicamente questo budget è totalmente al di fuori della nostra portata- spiega Marotta-, sappiamo però che quella che ci è capitata potrebbe essere un'opportunità unica ed è quindi giusto che ci si metta a ragionare sulle varie possibilità che esistono per permettere a Cassano di rimanere con noi». La voce rimbalza da tempo e vorrebbe l'Inter dietro alla dirigenza blucerchiata, pronta ad acquistare il doriano a fine anno per lasciarlo un'altra stagione in prestito a Genova: «Una fantasia che non ha nessun riscontro - la liquida il direttore generale -. Tra qualche tempo approfondiremo il discorso con il giocatore e con il Real Madrid, ma da soli. Senza l'appoggio di nessuno».
Ma la Sampdoria cercherà di assestare la squadra già per il girone di ritorno di questo torneo, senza fare però follie. Nella ridda di nomi circolati in queste settimane, Marotta cerca di fare ordine: «Ci interessa Rinaudo del Palermo - conferma-. È un difensore che fa al caso nostro, ma dobbiamo comprendere se è intenzione della sua società cederlo». A centrocampo si era offerto Budel, svincolatosi dal Cagliari: «È un buon giocatore e potrebbe essere un affare, ma al momento siamo coperti, così come Locatelli che non è un nostro obiettivo». Per Caracciolo sembrava essersi aperta la pista Brescia, subito smentita da Marotta: «Per l'attaccante vogliamo una contropartita economica, quella tecnica (rappresentata dal difensore Zoboli ndr) non ci interessa».
La Samp ha presentato il Progetto Liguria, giunto alla seconda edizione. Un coordinamento con una serie di società liguri per valorizzare i giovani. Quest'anno sarà coordinato da Narciso Pezzotti, secondo di Boskov nella «Sampdoro» e vice di Lippi nella Nazionale campione del mondo.