Samp, torna la coppia Cassano-Delvecchio

Emiliano Bonazzoli non ce la fa: troppo rischioso impiegarlo dal primo minuto contro il Chievo, così Walter Mazzarri riproporrà la carta Delvecchio al fianco di Antonio Cassano. Una sorta di staffetta, visto che il numero 18 blucerchiato, autore di una doppietta contro il Kaunas, con ogni probabilità giocherà invece nel turno infrasettimanale di mercoledì sera contro il Siena. Il mini turn over su cui il tecnico punterà questo pomeriggio prevede anche l'inserimento di Daniele Dessena dall'inizio al posto di Sammarco. L'ex centrale del Parma ha giocato nel finale della gara contro i lituani e Mazzarri ha deciso di dargli fiducia anche in campionato. Alla fine quindi Cassano e i difensori saranno costretti a fare gli straordinari. Ieri pomeriggio in verità, durante la rifinitura il tecnico ha provato anche Accardi: il test è stato positivo e il mancino potrebbe avere qualche chance di scendere già oggi in campo con la maglia da titolare, altrimenti entrerà a partita in corso, lasciando ancora spazio a Bottinelli. Mazzarri insomma mischia le carte, rallegrandosi di dover svolgere poco più che un allenamento nella gara di ritorno di Coppa Uefa contro il Kaunas: il 2 ottobre infatti potrà fare riposare alcuni tra i giocatori più importanti, da Cassano a Palombo, che nel frattempo ha anche giocato nelle gare dell'Italia. Prima della Uefa però il tecnico deve far tornare i conti per le prossime tre gare: dopo il Chievo e il Siena, sabato ci sarà anche la Juventus e l'impressione è che Cassano sarà comunque costretto a non riposare. Nel frattempo Mazzarri ha deciso di confermare ancora tra i pali Mirante, mentre l'esordio di Castellazzi potrebbe avvenire proprio contro il Kaunas, cominciando così il turn over dei portieri tra Coppa e campionato. Per il momento invece non ci sarà spazio per Fornaroli, andato a segno con il quinto gol contro il Kaunas: se oggi giocherà Delvecchio infatti nel turno infrasettimanale toccherà ancora a Bonazzoli.
Dall'altra parte il tecnico del Chievo Beppe Iachini non è affatto tranquillo e non crede in una Sampdoria stanca: «È una squadra abituata a sostenere più impegni in una settimana, ha diverse alternative per ogni ruolo e individualità importanti e poi si conoscono bene, giocano a memoria. Sono pericolosi perché creano superiorità numerica sugli esterni e hanno centrocampisti che, con gli inserimenti, non danno punti di riferimento. In più, come ho già detto, ci sono giocatori come Cassano che da un momento all'altro possono cambiare le sorti della gara. I miei ragazzi comunque sanno quello che devono fare, la partita l'abbiamo studiata e preparata al meglio».
Sampdoria (3-5-1-1): 83 Mirante, 6 Lucchini, 28 Gastaldello, 14 Bottinelli, 23 Stankevicius, 88 Dessena, 17 Palombo, 19 Franceschini, 46 Pieri, 40 Delvecchio, 99 Cassano. All. Mazzarri