Samp Trentatrè i gol in azzurro

La Sampdoria continua a Bogliasco la sua marcia d'avvicinamento al match casalingo contro il Napoli di Donadoni e lo fa con la truppa ridotta all'osso. Manca Bellucci, operato, manca Stankevicius, alle prese con la fascite plantare al piede sinistro, manca la schiera di nazionali, impegnata tra sfide di qualificazione a Sudafrica 2010 e amichevoli varie. Questa sera a Bari,Cassano assente, la scena potrebbe (ri)prendersela Giampaolo Pazzini, autore sabato sera a Podgorica del primo gol con l'azzurro dei grandi, il dodicesimo in 13 partite da quando è al Doria. E a proposito di reti blucerchiate in nazionale, col colpo di testa del «Pazzo» col Montenegro è stata raggiunta quota 33. La prima fu segnata dall'oriundo Eddie Firmani, in Svizzera-Italia dell’11 novembre ’56; l’ultima, fino a quella montenegrina, portava invece la firma di Fabio Quagliarella, che a Kaunas il 6 giugno 2007, timbrò addirittura una doppietta. In mezzo, in quasi 53 anni di storia azzurro-cerchiata, si va dal centro di Brighenti a quello di Diana, passando per Barison, Vierchowod, Mancini, Chiesa e Vialli, capocannoniere assoluto con 14 segnature. Chissà che Pazzini non aggiorni ancora la statistica, magari già a partire da stasera: l'Eire del «Trap» è avvisata.