La Samp vince sui bulgari: Mazzarri ha passato l’esame

È 0-1 su deviazione di un tiro di Lucchini: ora si attende il ritorno di sabato al Ferraris

Chissà se quella tra venerdì e sabato per Walter Mazzarri è stata proprio la «notte prima degli esami». Sguardo teso e concentrato per l'allenatore toscano prima della gara di Burgas, mentre al termine del match Mazzarri ha il sorriso stampato sul volto: basta un gol di Lucchini, deviato dalla difesa avversaria per regalare un mezzo passaggio del turno alla Sampdoria. Il tecnico, nel caldo torrido (circa 35 gradi e grande afa) e davanti a circa cinquanta temerari tifosi blucerchiati, ha confermato la formazione di partenza con Castellazzi tra i pali e la difesa a tre con Lucchini, Accardi e Sala, mentre a centrocampo Palombo ha recuperato. Mazzarri comunque non rinuncia al suo 3-4-2-1 con il tridente annunciato: Koman e Bellucci esterni e Caracciolo punta centrale.Il match inizia però in modo inatteso: i tifosi locali dopo 2 minuti dall'inizio della sfida iniziano un fitto lancio di carta che obbliga l'arbitro a sospendere la gara per quasi 4 minuti.
La gara riprende al 6' ma l'impressione è che il caldo afoso non permetta alle due squadre di muoversi con brillantezza sul campo. Così per i primi 25 minuti non succede praticamente nulla.
Al 41' arriva anche cartellino giallo Accardi per un fallo di reazione: il difensore non ha gradito il fatto che i bulgari non abbiano buttato fuori il pallone con un giocatore blucerchiato rimasto a terra.
Al 43' c'è il gol per i blucerchiati che regalerà alla Sampdoria la vittoria: Caracciolo gira una punizione di Volpi sul secondo palo, Lucchini è pronto per insaccare, deviazione di un avversario e gol.
Il match è ancora caldissimo visto che c'è un'altra interruzione a causa di seggiolini lanciati in campo: l'arbitro è stato costretto ad interrompere il match per la seconda volta. Al 2' della ripresa Lucchini è costretto ad uscire per una botta e due minuti dopo sono gli ospiti che chiedono un calcio di rigore per un colpo di mano di Caracciolo in area di rigore. Al 17' arriva però la reazione della squadra locale, con cross di Ozhorov, Laurentino gira di testa in area piccola ma trova un grande Castellazzi. Nel finale la Samp sfiora anche il raddoppio con Bellucci.
I blucerchiati quindi vincono per 1-0 nella difficile, soprattutto per il clima torrido, e alla fine per Mazzarri l'esame è stato superato.
Intanto venerdì è partita alla grande la prevendita dei biglietti per la gara di ritorno di sabato prossimo al Ferraris: sono già oltre 1.500 i tagliandi staccati in un solo giorno e ieri si è replicato con lo stesso ritmo.
Prima del match di ritorno infatti ci sarà una sorta di mini presentazione della squadra, visto che giocando subito dopo (alle ore 20.45) non è possibile allestire il palco.