La Samp vittoriosa sugli arabi ci riprova con l’Inter di Mourinho

Il mister preoccupato per qualche amnesia Torna l’ipotesi Montella

Chissà cosa ha pensato Walter Mazzarri vedendo la vittoria dell'Inter contro la Roma. Niente paura, per carità, ma un minimo di timore per la prima di campionato in programma sabato sera è d'obbligo. Se la squadra di Mourinho non è più un punto interrogativo c'è grande curiosità invece intorno ad una Sampdoria sempre più Cassano dipendente, ancora migliore in campo nella partita contro la Nazionale araba. Mazzarri, dicevamo, non ha paura ma assicura: «Servirà maggiore brillantezza, dovremo essere più nervosi nei primi passi e meno frettolosi nell'ultima idea, puntando soprattutto sulla precisione. Ci sarà da esser bravi se vogliamo sperare di mettere in difficoltà l'Inter: ora resta meno di una settimana per affrontare un lavoro diverso, meno improntato su quantità e volume». A preoccupare qualche dormita di troppo: «Sono amichevoli - racconta Mazzarri -, purtroppo è normale che il livello di attenzione non sia al massimo. Certo, in qualche occasione si è un po' dormito e non mi garba mai, ma i ragazzi hanno saputo riprendersi senza rischiare troppo». Bonazzoli e Dessena sono anche usciti malconci dopo qualche intervento troppo duro per essere una semplice amichevole. Il primo è uscito per un trauma distorsivo-contusivo alla caviglia sinistra, il secondo per una botta al polpaccio: «Questo mi dispiace, anche se non sembra che le conseguenze debbano essere gravi. Quando si è fatto male Dessena, però, sono entrato in campo perché ho avuto un pizzico di paura: per fortuna pare ci siano solo i residui di una forte botta». Oggi intanto alla ripresa degli allenamenti saranno valutate meglio le condizioni di entrambi anche se Mazzarri ha già scelto la formazione anti Inter: sarà la stessa che ha giocato a Nyon con l'unica eccezione di Pieri che sarà schierato dal primo minuto al posto di Ziegler.
Intanto lunedì si chiuderà il calcio mercato: Garrone è stato piuttosto chiaro, ribadendo che il mercato è chiuso. Ma Luciano Spalletti proprio nella partita contro l'Inter ha spedito Vincenzo Montella direttamente in tribuna. Il giocatore ovviamente non ha gradito e alla fine la Samp potrebbe riaprire la porta all'attaccante. Bonazzoli e Fornaroli infatti non hanno ancora convinto e non è escluso un terzo possibile ritorno dell'Aeroplanino. Il centrocampista Mirko Eramo va in prestito al Piacenza.