Samp, la voglia Pazza di iniziare un nuovo ciclo

Un altro appuntamento spartiacque della stagione sta per andare in scena. Oggi con il Palermo sarà molto di più di una partita da tre punti. Tanto per cominciare conta la classifica, che piange dopo la sconfitta con la Roma, poi c'è chi si aspetta l'inizio di un nuovo ciclo che coincide con l'arrivo di Giampaolo Pazzini, che però partirà dalla panchina lasciando ancora spazio a Bellucci. Se è vero che quest'anno la Sampdoria ha un formato double face tra casa e trasferta l'effetto Marassi deve quindi essere sfruttato. Senza lasciare nulla di intentatato, tra l'altro, visto che, come ha fatto il Genoa prima del match con il Torino, anche i blucerchiati ieri hanno effettuato la rifinitura a Marassi per provare il nuovo manto erboso. Effetto tifosi da sfruttare, quindi, ma non solo. Con il Palermo oggi comincerà il nuovo ciclo Pazzini, ma anche quello di Raggi e di un ritorno in campo dal primo minuto di Palombo. Mazzarri sente il significato del match: «Una gara importante, inutile dire che non lo è. Dopo una sconfitta come quella di Roma servono risultati, per mettere a tacere certi discorsi, e servono risultati anche per far crescere la convinzione dei giocatori in quello che io voglio. Mi piacerebbe una grande partita, e mi piacerebbe anche raccogliere quel che ci meritiamo». I risultati fanno spogliatoio, ma qualcosa al tecnico non è piaciuto, tanto da lanciare un messaggio chiaro ai giocatori: «La classifica non va controllata, perché l'idea deve essere soltanto quella di tirare fuori il meglio di sé da ogni prestazione e al 95’ e oltre vedere com’è andata. Se qualcuno la pensa diversamente, beh, credo farà fatica a giocare: i miei giocatori devono ragionare così, dare tutto. E problemi non ce ne saranno».
Della serie «chi mi ama mi segua»: e a seguirlo dovranno essere soprattutto gli undici che scenderanno in campo, a cominciare dal nuovo acquisto Raggi, che prenderà il posto di Lucchini. Dall'altra parte Ballardini dovrà soprattutto fare a meno di Carrozzieri e Miccoli: «La Sampdoria - ricorda Ballardini - è una squadra molto forte, ben organizzata, con buoni giocatori, l'ultimo arrivato Pazzini. Troveremo una squadra molto motivata per il momento non positivo che sta attraversando in campionato».
Questione mercato. Campagnaro in settimana effettuerà nuovi accertamenti per valutere l'entità dell'infortunio muscolare. In caso di un forfait più lungo delle tre settimane ecco che Marotta tornerà sul mercato per un nuovo difensore. Intanto Fornaroli è vicinissimo al Chievo, dove potrebbe approdare già domani. Ieri infatti l'attaccante è stato convocato, e ha giocato titolare, con la Primavera di Pea, mentre in prima squadra è salito Marilungo.