Sampdoria, comunque vada sarà una festa

Comunque vada sarà una festa. Magari Mazzarri spera anche nel passaggio del turno e vorrebbe continuare quella striscia positiva che lo ha accompagnato dal suo arrivo alla Sampdoria: quattro partite e quattro vittorie. Ma è impossibile non notare l'entusiasmo per l'avventura europea dei blucerchiati. Tanto che i biglietti staccati per assistere al match di questa sera contro l'Hajduk sono quasi ventimila: ieri infatti si sono formate lunghe code al Samp Point per cercare di aggiudicarsi l'ambito tagliando. E un po' di entusiasmo, inutile negarlo, lo ha portato anche il risultato di Siena, con la prima vittoria in campionato della squadra blucerchiata.
Fatto sta che questa sera sarà comunque una festa, anche perché sugli spalti ci sarà uno spettatore d'eccezione: Antonio Cassano, che dalla tribuna saluterà gli spalti. Poi ci sarà la partita, quella che dovrebbe sancire il passaggio del turno alla Coppa Uefa vera e propria: ultima tappa, con una gara di andata e una di ritorno, prima di accedere al famoso gironcino: lì due anni fa terminò l'avventura europea della Sampdoria di Walter Novellino. Poi ci sarà Vincenzo Montella. Lo ha annunciato già Mazzarri in conferenza stampa. L'attaccante del resto scalpita per agguantare una maglia da titolare, il tecnico blucerchiato attende invece di avere l'aeroplanino nella migliore condizione di forma. In campionato o in Coppa Uefa poco importa. Comunque sia Montella domenica in Toscana è entrato al 20' della ripresa e ha siglato un gran gol al volo che ha regalato la vittoria alla Sampdoria.
Il problema, invece, questa sera contro l'Hajduk è chi togliere nel tridente d'attacco: uno tra Bellucci, Delvecchio e Caracciolo sarà costretto a stare fuori. Così ecco che il candidato più probabile alla panchina è l'ex attaccante del Palermo, anche se non è escluso che a stare fuori possa essere Bellucci, che sta attraversando un buon momento e per questo centellinato in vista del match di domenica sera contro la Lazio.
Intanto a centrocampo potrebbe esserci posto per Maggio e Pieri mentre saranno confermati Volpi e Palombo. In porta invece potrebbe toccare a Mirante, visto che Mazzarri non vuole rischiare Castellazzi che così potrebbe finire in panchina, pronto a rientrare per la gara contro la Lazio di domenica sera: «Dobbiamo giocare come se partissimo da un risultato di parità - spiega Palombo - loro sono forti e lo hanno già dimostrato nel match di andata». Intanto anche Mazzarri è sulla stessa lunghezza d'onda: «Io voglio che i miei giocatori guardino solamente il rettangolo di gioco e pensino a gestire al meglio fase attiva e fase passiva. Punto e basta, nient'altro; non m'interessa se si gioca in casa o fuori, se si è in Europa, non m'interessa nulla. In un mese e mezzo, noto con piacere, la squadra ha già acquisito questa mentalità: non ci accontentiamo. Ma attenzione perchè con l'Hajduk abbiamo solo il 50 per cento delle possibilità di passare il turno». La partita sarà trasmessa da La 7 Carta Più ma sarà criptata e quindi a pagamento. I tifosi blucerchiati hanno comunque raccolto l'invito di andare allo stadio, visto che per questa sera sono attese più di ventimila persone.
Intanto ieri la Federclub ha diramato un comunicato in cui si ringrazia la società per la campagna acquisti: «Grazie presidente. Oggi alla luce dell'ultima campagna acquisti i tifosi sampdoriani tornano a sognare» si legge nella nota. La Federclub ricorda anche ai tifosi che prima di ogni partita casalinga della Sampdoria sarà possibile visitare i locali dello spogliatoi del Ferraris nell'ambito dell'iniziativa walking-about.