Sampdoria, un mese senza Campagnaro 10 anni con Cassano

Neanche il tempo di sbollire la rabbia per la «scoppola» di Bergamo che la Samp si ritrova già a dover preparare una partita delicata ancora in emergenza. L'ultima tegola si chiama Hugo Armando Campagnaro, che si era bloccato proprio durante la partita di mercoledì sera con l'Atalanta e che ieri ha effettuato ulteriori accertamenti medici: lesione muscolare al polpaccio destro che lo terrà lontano dal campo per un mese.
«Mercoledì sera non avrebbe dovuto giocare, ma la situazione sempre di emergenza mi ha costretto a rischiarlo» spiega Mazzarri. Che vorrebbe rivedere la Samp che a gennaio sconfisse il Palermo nella gara che, per risultato e lucidità nel gioco, resta la migliore della stagione: «Vorrei che la squadra assimilasse nuovamente quelle caratteristiche che ci hanno portato a giocare così bene, archiviando Bergamo - spiega il tecnico doriano-. So che quello di mercoledì è stato un incidente di percorso, mi aspetto una bella reazione».
A reagire in campo contro il Torino dovrebbero esserci anche Bellucci e Accardi. Ha recuperato anche Sala. Possibile che la Sampdoria, tolto Campagnaro, ritorni quella che ha brillato con l'Inter con il possibile cambio tra Delvecchio e Sammarco. Ci sarà anche Cassano, ma guai a dire che senza «Fantantonio» la Samp non sa fare risultato: «Che Antonio sia un giocatore con grande carisma e che sappia trasmettere tanto ai compagni, è vero. Ma abbiamo giocato diverse partite senza di lui in cui la squadra è riuscita comunque a fare punti» ricorda Mazzarri. L'avversario di domani è Walter Novellino, l'ex allenatore blucerchiato che rimane anche nella storia della Samp come uno dei tecnici più longevi. Arbitra Pierpaoli di Firenze, oggi pomeriggio la rifinitura della squadra a Bogliasco.
Cassano, ieri sera, ha giurato amore alla Samp dai microfoni di Striscia la notizia. A Felice Centofanti, che lo stuzzicava sul «speriamo di vederci presto» detto a Roberto Mancini dopo Samp-Inter, Cassano ha spiegato: «Con Mancini ho un grande rapporto, ci vediamo spesso, andiamo a cena. Ma qui a Genova sto da Dio, voglio rimanere 10 anni, fatemi rimanere alla Samp!». E ha gettato Centofanti in piscina, per gioco.