Sampdoria, Olimpico stregato per Cassano che salta la Coppa

Con la Roma assenti anche Sammarco e Palombo Ecco Gulan

È un Olimpico stregato per Antonio Cassano. L'attaccante barese infatti non è stato convocato per la partita di ritorno dei quarti di finale di Coppa Italia con la Roma che si giocherà questa sera alle ore 21. «Fantantonio», autore del gol decisivo contro il Siena, è alle prese con una leggera lombalgia che comunque non gli impedirà di scendere in campo nel match di domenica, sempre all'Olimpico, ma questa volta contro la Lazio. Il desiderio di Cassano di ritornare davanti al pubblico della Roma, con cui in verità non si era lasciato senza rancori, gli era stato negato già prima di Natale da una squalifica rimediata durante la gara contro la Fiorentina per un cartellino giallo.
Sampdoria rimaneggiata, quindi, quella che stasera dovrà provare a vincere con la formazione di Luciano Spalletti dopo il pareggio per 1-1 dell'andata: non figurano infatti nella lista dei convocati anche gli infortunati Palombo (trauma distorsivo al gomito destro), Sammarco (trauma distorsivo alla caviglia destra) ed i convalescenti Kalu e Montella. Sta meglio invece Delvecchio, che è completamente recuperato. Per i blucerchiati dovrà arrivare o una vittoria o un pareggio almeno con due gol (la sfida sarà arbitrata da Ayroldi di Molfetta).
Ieri è stato presentato l'ultimo acquisto: Nikola Gulan, diciott'anni, in arrivo in comproprietà dal club viola. Dopo gli spizzichi di preparazione post vacanze natalizie con la Fiorentina, è pronto a giocare finalmente nel campionato italiano (ha passaporto extracomunitario e per questo era impossibile un suo tesseramento con la società di Della Valle). Il centrocampista racconta le sue prime impressioni dopo l'arrivo in Liguria: «Sono felice, davvero. Credo che per un ragazzo giovane come me essere scelto dalla Sampdoria e giocare qui sia una cosa molto importante. Alla Fiorentina, pur per la breve esperienza vissuta, mi sono trovato bene, ma adesso sono veramente contento di essere a Genova». Per Gulan, però, con un centrocampo super affollato sarà difficile trovare spazio: «Sono arrivato in un grande club - racconta l'ex centrale del Partizan Belgrado - e ho una gran voglia di giocare ma soprattutto di imparare. Sono ancora inesperto, voglio mettermi a disposizione dell'allenatore ed entrare nei meccanismi del calcio italiano». Ruolo in campo? «Sono un centrocampista difensivo, mi piace giocare sulla fascia sinistra. So che la Samp gioca a tre, dietro: mi vedo come esterno in mezzo, ma ovviamente spetta a Mazzarri decidere». Inizia una nuova avventura, allora. «Sono pronto, la Samp è una grande società e ha grandi giocatori come Cassano, Volpi e tanti altri. Per me è un sogno essere qui». Intanto si comincia dalla Coppa Italia di questa sera: Gulan contro la Roma non ci sarà, mentre davanti partirà dal primo minuto Emiliano Bonazzoli, che in campionato contro il Siena ha disputato solo la parte finale del match. Caracciolo, che non è partito per Roma, è sempre più vicino al trasferimento al Brescia.