Sampdoria vicinissima a Sammarco

Tra Quagliarella e Sammarco, il mercato della Sampdoria potrebbe decollare entro la prossima settimana. L'amministratore delegato della società Beppe Marotta è al lavoro su due fronti: il primo riguarda la risoluzione della comproprietà che lega il destino di Fabio Quagliarella alla Samp (il cui cartellino è a metà tra Udine e Genova), il secondo fronte è l'assalto a Paolo Sammarco centrocampista del Chievo.
Proprio quest'ultima trattativa rappresenta una novità per la società di Riccardo Garrone che sarebbe pronta a lanciare un'offerta al Milan per arrivare ad ottenere la metà del cartellino posseduto dai rossoneri. Sammarco, 23 anni, cresciuto nel vivaio del Milan ha giocato le ultime tre stagioni con la maglia del Chievo Verona entrando già nel mirino della dirigenza doriana dalla scorsa estate. I blucerchiati potrebbero convincere il giocatore grazie al blasone e alla categoria visto che a Verona il centrocampista dovrebbe giocare in serie B, mentre a Milano difficilmente per lui ci sarebbero spazi. Ecco perché la Sampdoria, visti anche gli ottimi rapporti delle due dirigenze, spera di riuscire a chiudere la trattativa con il Milan già nella prossima settimana.
E sempre nei prossimi sette giorni si dovrebbe capire definitivamente quale sarà il futuro di Fabio Quagliarella. L'Udinese sembra voler monetizzare, cercando di vendere la metà del cartellino ad un'altra società (Roma in pole position). Difficile che sia la Sampdoria a prelevarlo visto che, dopo la doppietta azzurra, il valore di mercato del bomber della Nazionale si è impennato e i friulani chiedono ben 10 milioni di euro, cifra non alla portata della gestione Garrone. Marotta ha ribadito ancora una volta che farà di tutto per tenere a Genova Quagliarella, assecondando così anche la volontà del giocatore che sembra gradire la permanenza in blucerchiato. Nella trattativa della scorsa estate tra Udinese e Sampdoria, che portò Quagliarella sotto la Lanterna in cambio di una parte del cartellino di Foti, sembrerebbe esserci stato un accordo informale tra le parti per cui, alla fine di questa stagione, l'Udinese si sarebbe impegnata a rilevare il giovane siciliano e la Samp a riscattare la metà bianconera del napoletano. Logico pensare che i friulani disattendano questo presunto accordo.
Ma l'azzurro non è il solo obiettivo del mercato sampdoriano per l'attacco, dove vanno rimpiazzati Flachi, Bonazzoli e Bazzani. Andrea Caracciolo, si distanzia un po' visto il forte interesse della Lazio che ha manifestato la volontà di arrivare al giocatore nel vertice di mercato tra Lotito e Zamparini che si è tenuto ieri pomeriggio. L'azione di disturbo dei biancocelesti e quella, più velata, del Torino, non frena le ambizioni della Samp sul giocatore. Da escludere, invece, l'arrivo di Cristiano Lucarelli, il cui ingaggio è troppo al di sopra di quello che è il salary cap che si è imposta la Sampdoria. Infine, due giovani blucerchiati sono nel mirino del Vicenza: si tratta di Soddimo e Da Mota.