Samsung, cellulare ultrasottile

Mark Perna

Il look non è propriamente quello di un telefono cellulare. Certo è che il nuovo SGH-P300 è davvero sottile, solo 8,9 millimetri, le dimensioni di una carta di credito. La posizione dei tasti però, dovuta al design del cellulare, rende insolito, per non dire scomodo, l’inserimento dei numeri, specialmente lo “0”. Probabilmente è l’unico neo, insieme alla durata della batteria che, in condizioni di utilizzo normale, non va oltre i tre giorni. In realtà questo limite può essere superato utilizzando la custodia in pelle dotata di una batteria aggiuntiva, ma l’accessorio piuttosto pesante fa perdere i benefici legati alla portabilità del cellulare. Ottime sono invece sia la qualità dell’audio sia la ricezione, quasi sorprendente nelle condizioni più difficili. Messo a confronto con altri modelli, ha sempre una tacca in più rispetto ai concorrenti. Completo di tutte le funzioni di ultima generazione, anche se si tratta di un tradizionale triband Gprs, risulta piuttosto semplice da utilizzare grazie a un menu rapido e intuitivo. Di buon livello è inoltre la fotocamera da 1.3 Megapixel. Grazie allo zoom 4x, il flash e possibilità di effettuare multiscatti, autoscatti e aggiungere effetti, risulta un valido supporto in tutte le situazioni in cui si vuole realizzare una foto al volo. L’equipaggiamento di base comprende anche un lettore di musica Mp3 e Acc, e un player di video Mp4. Discreta è la capienza della memoria: 92 Mb. Il prezzo non è basso: 409 euro.