Samuel gigante Cordoba balla Cambiasso ispira

INTER
6 JULIO CESAR. Reattivo ed attento nei momenti difficili.
5,5 ZANETTI. Spaesato per un tempo: non trova ritmo. Poi avanza un po’ e regala sostanza alla squadra.
5 CORDOBA. Balla intorno a Jo, balla con tutti e ogni volta rischia la figuraccia.
7,5 SAMUEL. Roccioso secondo natura. Ogni tanto s’imbambola, ma alla lunga resta il miglior muro della difesa interista. Salva il salvabile e qualcosa di più. Alla fine segna pure il gol del buon ricordo.
5 MAXWELL. Sulla sua fascia è un bel correre: per gli altri. Migliora quando gli avversari peggiorano.
5,5 FIGO. Regala un’occasione-gol al Cska: sbaglia porta per l’assist. Partita (la numero 100 in Europa) da grossolano operaio del pallone, dimentico del piede fino, salvo il cross che vale il gol.
VIEIRA sv. Muscoli di cristallo mal temperato. Stavolta tradisce il polpaccio destro. Fisicamente non è più credibile.
Dal 16’ pt STANKOVIC 6,5. Ha male al tallone, ma cuor di leone. Nel secondo tempo cambia il passo e la faccia dell’Inter.
5,5 DACOURT. In mezzo al campo c’è il rischio di tanta fatica e brutte figure. Se la cava, ma niente più.
Dal 31’ st SOLARI sv.
7 CAMBIASSO. Il più ispirato nel proporre gioco per gli attaccanti. Ci mette i guizzi che fanno saltare i lucchetti russi.
7 CRESPO. Lontano dall’area pasticcia un po’, ma là in mezzo è un re e lo dimostra con il gol. Esce e si arrabbia: con ragione. Dal 16’ st Cruz 5. Un po’ mollaccione.
5,5 IBRAHIMOVIC. Molla sventoloni appena gli capita la palla giusta. Ma sbaglia tanto, compreso un gol che andava segnato.
All. MANCINI 6. Rischia nel far giocare la seconda partita consecutiva a Vieira: ora riderà Domenech. Riassetta la squadra nella ripresa e l’Inter va.
CSKA
Mandrykin 4, V. Berezutski 6, Ignashevic 5, A. Berezutski 6 (dal 44’ pt Grigoriev 6), Aldonin 5,5, Rahimic 5, Krasic 6,5, Zhirkov 6,5, Dudu 5,5 (dal 42’ pt Eduardo 6, dal 30’st Janczyk sv), Jo 6,5, Carvalho 5,5. All. Gazzaev 5,5.
Arbitro: Riley 6.