San Daniele fa festa al prosciutto

Più sottile è la fetta, maggiore sarà l’esaltazione della fragranza; un autentico patrimonio con precisi requisiti che, una volta affermato su tutto il territorio, non poteva che essere tutelato dal marchio Dop al fine di evitare le comuni contraffazioni. In omaggio al prosciutto San Daniele contrassegnato dall’inconfondibile marchio a fuoco, da quel profumo intenso e dal sapore dolce e delicato, venerdì 27, a San Daniele del Friuli, sarà inaugurata la 24ª edizione di «Aria di festa» una kermesse che, fino al 30 giugno, ricoprirà di sapore l’intera città friulana. A tagliare il nastro di questo goloso appuntamento sarà Cristina Chiabotto che rivelerà, sotto la «gogna» dei due irriverenti Fede e Tinto, conduttori della trasmissione radiofonica Decanter, i suoi gusti culinari. Il Prosciutto crudo Dop non potrà che rappresentare un’amabile fonte di ispirazione per i numerosi eventi gastronomici che si susseguiranno a San Daniele dove, attraverso degustazioni guidate e condotte da chef innovativi, si potranno scoprire nuove ricette, realizzate poi anche dai ristoranti della zona; ma anche abbinamenti ambiziosi come, ad esempio, quello che affianca il San Daniele ad un flûte di Champagne. Viaggi anche all’interno dei prosciuttifici, dove avvengono tutti quei controlli e quelle selezioni che escludono le cosce non idonee alla lavorazione, alla scoperta dei segreti della realizzazione di questo prodotto dalla tipica forma a chitarra e con il cosiddetto «zampino». Aria di festa 2008 non celebrerà solo il sapore; durante i quattro giorni, nelle piazze di San Daniele, i visitatori saranno intrattenuti ad arte, con musica dal vivo, mostre, spettacoli. I parcheggi saranno tra loro collegati da un servizio gratuito di bus navetta (lunedì-venerdì, 18-01; sabato-domenica, 10-01).