San Donato Al via oggi la stagione al Cineteatro Troisi

Qualità e professionalità a suon di risate e di divertimento. Oggi sarà la commedia «I 39 scalini» con Nini Salerno e Roberto Ciufoli, in anteprima milanese, a tenere a battesimo la seconda stagione teatrale del Cineteatro Troisi di San Donato Milanese. A salutare il nuovo anno, il 15 gennaio, omaggio alla napoletanità più classica; sarà Luigi De Filippo, figlio del grande Eduardo a portare sulla scena del Troisi, nelle vesti del regista e dell'interprete «Quaranta ma non li dimostra» commedia scritta da Titina e da Peppino. Elementi di un cast che la scorsa stagione in tutta Italia ha trionfato con il vincente lavoro «Otto donne e un mistero», Sandra Milo, Eva Robbin's e Rossana Casale, saranno le protagoniste di «Fiori d'acciaio» una pièce a tinte rosa (in anteprima milanese il 28 febbraio) che dimostra come sotto la svagatezza e l'apparente fragilità, le donne mostrino carattere facendo spesso ricorso alla solidarietà femminile. Carlo Goldoni, con grande maestria scrisse una commedia-manifesto con la quale portò sulla scena gli obiettivi della sua riforma teatrale; sarà la ben collaudata coppia, solita a calcare le tavole dei palcoscenici, Patrizia Milani-Carlo Simoni che, in costumi d'epoca, guidati dal direttore del Teatro Stabile di Bolzano, Marco Bernardi, darà via a «Il teatro comico». Il 16 aprile sarà la dolcezza di Ivana Monti e di un inossidabile Gianfranco D'Angelo a presentare «Un Giardino di aranci fatto in casa». Grande chiusura prevista per il 7 maggio, con Gianfranco Jannuzzo che, con il suo «Recital», dipingerà un ritratto a volte spietato, a volte comico e a momenti delicato, di una terra magica e profumata abitata da uno straordinario popolo.