San Francesco si libera del Sessantotto

San Francesco era un sessantottino? O forse era «cataro» e ghibellino? Per ristabilire la verità anche storica su «il più santo degl’Italiani e il più italiano dei santi» venerdì pomeriggio alle 17, nella sala biblioteca della Regione Liguria (ingresso da via D’Annunzio) si svolgerà un incontro sul tema «San Francesco, patrono della vera Italia». Un incontro organizzato dal Sindacato liberi scrittori italiani, Sezione del Nord-Italia, che sarà anche l’occasione di presentare il saggio, appena uscito. a firma di Guido Vignelli e intitolato, appunto, «San Francesco Antimoderno». Un saggio che vuole sfatare tanti falsi miti nati sulla figura di Francesco, che spesso è stato indicato come anticipatore del modernismo, del socialismo, del pacifismo, dell’ecologismo e di altri «ismi» ancora, dimenticando il senso della sua vita: quello di vivere nell’intransigente zelo per la gloria di Dio e nella generosa dedizione alla Chiesa cattolica. L’incontro sarà presentato da Gianni Plinio, mentre relatori saranno Emilio Artiglieri, Paolo Deotto e lo stesso Guido Vignelli. Sono previsti gli interventi di Piero Vassallo, Bruno Pampaloni e Miriam Pastorino.