San Lorenzo, crollano circa quindici metri delle mura Aureliane

Dopo il crollo della Pasquetta 2001 a porta Ardeatina (solo recentemente restaurata), ieri sera un’altra porzione delle mura Aureliane è collassata. Si tratta di una porzione della cinta muraria di epoca romana nel quartiere San Lorenzo, nei pressi di piazza Sisto Quinto, vicino all’ostello «Di Liegro» della Caritas. Il tratto che ha ceduto è lungo circa quindici metri per un’altezza di dieci e una profondità di un metro. Proprio il personale del dormitorio ha dato l’allarme. Sul posto sono arrivate due squadre dei vigili del fuoco, che scavando tra le macerie hanno ritrovato brande e coperte. A quel punto si è temuto che qualcuno potesse essere rimasto schiacciato dal crollo, e con le fotoelettriche i pompieri hanno cercato di accertare se ci fossero feriti. Fortunatamente, i lettini erano giacigli di fortuna rimasti sotto le monumentali mura dall’estate, quando i senza tetto vi trovano rifugio, mentre d’inverno preferiscono zone più riparate dalle intemperie. Così, dopo circa un’ora dall’intervento, gli stessi vigili del fuoco hanno escluso categoricamente che il collasso della struttura abbia coinvolto persone. E in serata, la zona era già stata liberata dalle macerie. Le Mura Aureliane sono la cinta difensiva eretta dall’imperatore Aureliano per difendere Roma dalle invasioni barbariche.